SFARE/Gruppo CI-VE

Quando:
ottobre 28, 2016@9:00 pm Europe/Rome Fuso orario
2016-10-28T21:00:00+02:00
2016-10-28T21:15:00+02:00
Dove:
Teatrino Groggia
Cannaregio
3150
30100 Venezia
Costo:
A partire da 6,00 euro
Contatto:
Associazione mpg.cultura
329 8407362

direzione coreografica: Carla Marazzato
musica dal vivo: Duccio De Rossi tromba, looper
in scena: Aurelio Latella, Elena Pellizzon, Elisa Carmen Brumat, Elisabetta Tiveron, Francesca Campagna, Nicola Andriollo, Sara Lonardi, Silvia Barbon, Silvia Costantini

venerdì 28 ottobre
ore 21.00

Sfare si concentra sul disfacimento, sullo sciogliersi di un immagine impeccabile che spesso vuole essere proiettata. Esplora il movimento vitale che spesso si rivela sotto la superficie di un volto impassibile. Sfare ci chiede di abbandonare la maschera, per un istante, e mostrarci a noi stessi per quello che siamo: animali emotivi (nel significato originale della parola emozione: ciò che mette in movimento).Il tema è quindi il disfacimento, lo sciogliersi, e poi il ricomporsi, per osservare cosa è cambiato, non nella forma ma nella sostanza. È un gioco con ciò che sembra e ciò che è, con la verità, l’onestà, uno stare in bilico tra il mondo dentro e il mondo fuori.
In questo tumulto interiore si apre una finestra sui percorsi, e succede che rabbia, amore – sensualità e cura, delicatezza – e folle gioia riempiono gli spazi, per poi ricomporsi nell’imbarazzo d’aver lasciato quel piedistallo. Intanto il fiatone rallenta e gli occhi se ne riescono, prima di rituffarsi nell’immagine che ancora ansima e suda e presto si raffredda e si nota la fierezza e ancora un barlume di gioia d’essere vivi.
La trasformazione è carnale e passa attraverso il movimento del corpo amalgamando, sudando, impastando.
I performer sono un corpo unico. Tutte le parti di questo corpo si muovono in totale assonanza tra loro, completamente dentro al momento presente. Sfare si propone come una ‘variazione su tema’, perché per sua natura si oppone ad una struttura ferrea, seppur mantenendo il suo scheletro essenziale. Per questo lascia un margine di interpretazione e di genuinità ai performer, che portano in scena il loro essere presenti in quel preciso momento, diversi come naturalmente siamo diversi in ogni momento.

Lascia un commento

Facebook2k
Facebook
G0
http://www.unospitedivenezia.it/news/evento/sfare-gruppo-ci-ve/