Tonache a Teatro

Quando:
ottobre 25, 2016@5:30 pm Europe/Rome Fuso orario
2016-10-25T17:30:00+02:00
2016-10-25T17:45:00+02:00
Dove:
Casa Carlo Goldoni
San Polo
2794
30125 Venezia VE
Costo:
Gratuito
Contatto:
Casa Carlo Goldoni
041 275 9325
TONACHE A TEATRO
Martedì 25 ottobre 2016
Venezia, Casa di Carlo Goldoni
ore 17.30
Relatore: Paolo Puppa
Ingresso su invito fino a esaurimento dei posti disponibili
Per diversi secoli religione e teatro si sono spesso intrecciati, a partire da quel ‘quem queritis?’ pasquale datato anno del Signore 970, fino alle ‘sacre rappresentazioni’ che si svilupparono lungo tutto il Medioevo: il primo luogo ‘scenico’ del teatro medievale fu la chiesa e, per la religione cristiana, la prima rappresentazione sacra che prevedeva l’intervento di esseri umani ‘figuranti’, fu il presepe vivente che San Francesco d’Assisi “organizzò” nel 1223 a Greccio.
san-francesco-presepeIn Italia il teatro ha con la Chiesa un rapporto costante, che coinvolge a vario titolo tutta la comunità – chierici e laici – e viene vissuto nei secoli attraverso convergenze, opposizioni e contraddizioni, quali ad esempio l’inserimento a tutti gli effetti della pratica teatrale nel piano di studi dei collegi gesuitici contrapposta alla condanna della stessa con tanto di negazione dei sacramenti e della sepoltura in terra consacrata agli attori.
A partire dalla commedia umanistica e rinascimentale, tuttavia, la presenza del religioso nelle sue varie gerarchie – prete, frate, fino alla massima carica istituzionale, il Papa – attraversa da sempre la drammaturgia italiana, ed in parte anche quella europea. Inizialmente la ‘tonaca’ funziona quale condimento comico, per sfumare nei registri drammatici che vengono introdotti nel Novecento, quando il personaggio esce dalla dimensione del ‘grottesco’ per acquisire uno spessore a volte anche tragico.
In questo contesto, volendo rammentare solo una microscopica campionatura di alcuni grandi interpreti delle ‘tonache’ in palcoscenico, viene proposta a Casa Goldoni una panoramica in tre appuntamenti – il 25 ottobre, l’8 e il 15 novembre – che attinge dal repertorio dialettale di Cesco Baseggio, o dal ‘Don Cavagna’ di Erminio Macarioin Finestre sul Po – sacerdote di campagna liso, goffo e astuto che «aggiusta» le famiglie con un savoir-faire e un’arguzia degne di un alto diplomatico – o, ancora, dalle incursioni ‘gerarchiche’ di Dario Fo (la cui rappresentazione diventa per triste coincidenza anche un omaggio alla sua grande arte), che si ammanta sia della fastosità di vari Papi che della serena umiltà di San Francesco, giullare di Dio.
I tre incontri, il primo dei quali verrà presentato da Paolo Puppa – drammaturgo e docente di storia del teatro e dello spettacolo alla Facoltà di Lingue e di Letterature Straniere dell’Università di Venezia – si realizzano in concomitanza con la chiusura dello storico Giubileo straordinario indetto da Papa Francesco.

Lascia un commento

Facebook2k
Facebook
G0
http://www.unospitedivenezia.it/news/evento/tonache-a-teatro/