The Insult & Eye on Juliet – Testa e cuore

Nella giornata che ha visto il trionfo in sala stampa di The Shape of Water, altri due film hanno incantato due parti diverse del nostro corpo.

Testa. The Insult di Ziad Doueiri, in concorso, ha fatto mettere in moto il nostro cervello raccontando di un insulto spinto agli estremi che porta in tribunale Toni, un libanese cristiano, e Yasser, un profugo palestinese. Tra ferite nascoste e rivelazioni traumatiche, il circo mediatico che accompagna il caso porrà il Libano di fronte a una serie di disordini sociali che obbligheranno Toni e Yasser a riconsiderare la loro vita e i loro pregiudizi.

Sceneggiatura dal ritmo serrato che porta ad una riflessione importante partendo da una cosa apparentemente stupida come una litigata per una tubatura. Qualcosa di piccolo, insomma, che si trasforma in qualcosa di grande. Una guerra tra due persone che ben presto si trasforma in una guerra tra due avvocati, tra genitori e figli e tra comunità diverse. Uno zoom out ideologico che parte dal dettaglio per mostrarci qualcosa di più grande, in un batti e ribatti che sembra appartenere al miglior cinema di Farhadi, ma che invece appartiene a Doueri, ex cameramen di Tarantino.

The Insult è un thriller  legale tra i migliori in circolazione negli ultimi anni, che ti tiene incollato allo schermo colpo di scena dopo colpo di scena, in quello che in tutto e per tutto potrebbe essere cinema americano, ma che invece è libanese. Raccontare vicende personali, per raccontare fatti storici globali è, infatti, tipico del cinema a stelle e strisce e Doueri sembra aver ben compreso la lezione.

È la morale al centro di tutto, non la giustizia come si potrebbe pensare da un legal thriller. È il domandarsi non cosa sia giusto fare, ma cosa sua etico dal punto di vista del singolo fare. Una scelta tutt’ altro che scontata che porta i due protagonisti non a prevalere l’uno sull’ altro, ma finalmente ad ascoltarsi, a far ascoltare noi le loro storie, trasformando l’aula del tribunale in un pretesto per permettere a due persone di imparare a conoscersi e alla fine comprenderli al di là di tutto.

Cuore. Eye on Juliet di Kim Nguyen, concorso Giornate degli Autori, che ci porta a vivere una modernissima versione di Romeo e Giulietta  vista attraverso l’occhio di un piccolo drone. Nel deserto mediorientale attraversato da un oleodotto appare uno strano robot a forma di ragno che sembra perlustrare l’orizzonte. Dall’altra parte del mondo, in America, Gordon, pilota del drone e custode a distanza di sicurezza dell’oleodotto, osserva i paesaggi desolati sul suo schermo. Sentendosi un estraneo in un mondo che comprende sempre meno, inizia ad appassionarsi alla vita di Ayusha, una giovane donna costretta a sposare un uomo più anziano che non ama. Nonostante la lontananza, la diffidenza reciproca e una relazione inadeguata, Gordon si innamora di lei e fa tutto il possibile per aiutare Ayusha a sfuggire al suo destino.

Una pellicola per tutti,  fortunatamente distribuita da Movies Inspired, che ci regala una storia d’amore finalmente originale che, prendendo spunto da qualcosa di classico e ben conosciuto lo reinventa, dandogli nuova linfa e unendo due mondi così distanti come quelli di Gordon e Ayusha. Nguyen ci aveva già dimostrato di saper scrivere questo tipo di rapporti in maniera diversa da chiunque altro in Two Lovers and a Bear,  ma qui dimostra una maturità e un controllo del mezzo alquanto superiore, donando credibilità ad un racconto assolutamente particolare per le modalità di innamoramento, ma non per questo meno credibile.

Il cuore si scalda nella recitazione dei due ragazzi che riescono a trasmettere tutto il loro dolore e la frustrazione di un amore che nasce sulle macerie di amori passati. Impossibile anche per il pubblico non avere un colpo di fulmine per questa storia.

Abbiamo iniziato con l’amore diverso di del Toro e abbiamo chiuso con l’amore che nasce nei modi più impensabili, meglio di così!

Facebook2k
Facebook
G0
G
https://www.unospitedivenezia.it/74th-festival/the-insult-eye-on-juliet-testa-e-cuore/
EMAIL
RSS