Venice Days 2017: La nuova piattaforma di Miu Miu Women’s Tales su Instagram

La serie di cortometraggi Miu Miu Women’s Tales lancia una nuova piattaforma dedicata su Instagram, che offre un innovativo spazio di espressione ed esplora ulteriormente una fascinazione costante: celebrare in modo critico la femminilità nel XXI secolo.

Questa nuova attività digitale prenderà il via con la direzione creativa della fotografa e artista multimediale Kimi Selfridge, in collaborazione con Celia Rowlson-Hall, regista del prossimo capitolo di Women’s Tales.

Dal gennaio 2011, quando l’affascinante The Powder Room di Zoe Cassavetes ha inaugurato la serie Women’s Tales, altri dodici film hanno indagato sulle complessità e sulle contraddizioni dell’essere donna: in che modo la donna appare a se stessa? Come appare alle altre donne? Come deve essere, in ultima analisi, una donna?

Diretto da cineaste tra le più originali, ogni episodio è un universo cinematografico a se stante, un manifesto dalle intenzioni sensuali. In tutti questi lavori, accanto ad attrici e modelle famose, le collezioni Miu Miu sono state come una mutevole colonna sonora per la libertà autoriale di ogni regista. Nell’insieme, queste caratteristiche hanno fatto di Women’s Tales un progetto all’avanguardia, che fonde moda e cinema in modi inaspettati e squisiti.

Kimi Selfridge (alias Tan Camera) è nota per aver realizzato fotografie analogiche lo-fi, collage e video di amici musicisti e colleghi, come A$AP RockyCharli XCX e Marina Diamandis. Il suo approccio al nuovo account di Women’s Tales su Instagram si svilupperà in due parti. «Il viaggio visivo comincia strizzando l’occhio ai tredici film precedenti», spiega Selfridge che produrrà ogni volta un’opera d’arte unica, impregnandola dei suoi inconfondibili elementi di intimità cromatica, materica. «Poi – continua -, passerò alle ispirazioni, ai preparativi e alla creazione del nuovo film della serie». L’idea di Celia Rowlson-Hall alla base dell’imminente quattordicesima commissione per il progetto fonde i balletti dei musical dell’epoca di Busby Berkeley con i temi contemporanei della paura e della voglia di evasione. Famosa per la leggendaria coreografia di Girls, i corti dolci e tristi, e il film del 2017, MaRowlson-Hall ha secondo Selfridge «una innegabile stravaganza e profondità nel suo lavoro».

I precedenti Women’s Tales sono: Carmen di Chloë SevignyThat One Day di Crystal MoselleSeed di Naomi KawaseLes 3 Boutons di Agnès VardaDe Djess di Alice RohrwacherSomebody di Miranda JulySpark and Light di So Yong KimLe Donne della Vucciria di Hiam AbbassThe Door di Ava DuVernayIt’s Getting Late di Massy TadjedinThe Woman Dress di Giada ColagrandeMuta di Lucrecia MartelThe Powder Room di Zoe Cassavetes.

Il nuovo episodio di Celia Rowlson-Hall per Women’s Tales sarà presentato in anteprima alla Mostra del Cinema di Venezia nell’ambito delle Giornate degli Autori, il 31 agosto 2017, insieme a una proiezione di Carmen di Chloë Sevigny.
X