Settembre, superstar!

Settembre, superstar!

E’ risaputo… il “settembre veneziano” è imperdibile. 

Mai, durante l’anno, si presentano così tante occasioni per affiancare al piacere di un soggiorno in città tanti eventi, tutti di livello internazionale. Il fascino unico e inconfondibile di Venezia si fonde quindi ancor più in questo periodo, con una serie di manifestazioni di grande interesse.

Apre come sempre di diritto, la Mostra del Cinema o, più correttamente, la Mostra internazionale d’Arte cinematografica di Venezia, uno degli appuntamenti nel suo ambito, più attesi dell’anno.

Onorata in questi giorni dalla presenza del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è ormai entrata nel vivo sciorinando ogni giorno proiezioni e presenze da red carpet.

Centro del festival, con il Palazzo del Cinema, si conferma la nuova piazza in pietra bianca ai piedi del palazzo del Casinò che quest’anno ha preso ufficialmente nome di Piazzale del Cinema. Con la terrazza a mare e il nuovo spazio Campari, lungo la strada che porta all’Hotel Excelsior (prima storica sede della Mostra), ha definitivamente accentrato la vita esterna alle sale. 

Tra i numerosi spazi di questa 75. edizione ricordiamo ancora l’isola del Lazzaretto, dove viene rappresentata la Realtà virtuale in 3 e 4 D, e la Sala Visconti, riaperta per l’occasione presso lo storico Hotel Des Bains con una esposizione dedicata alla storia della “Mostra”. 

Al Cinema si affiancano, grazie ancora alla Biennale – grande “macchina” della cultura veneziana – altre due “muse”, Architettura e Musica. Nel mese infatti prosegue la Mostra internazionale di Architettura, la vasta rassegna a scadenza biennale dedicata all’attività progettuale e sperimentale, concentrata quest’anno sugli spazi cosiddetti liberi (FreeSpace, il suo titolo) e apre invece, a fine mese, il Festival internazionale di Musica contemporanea, la seconda “musa”, in ordine cronologico di nascita (1930), delle produzioni Biennale.

C’è poi l’Arte. E ancora una volta Venezia, tra le grandi capitali della cultura europea, non tradisce le aspettative. Nel già ricchissimo panorama espositivo si inseriscono (dal 7 del mese) due importanti mostre accentrate sulla figura di un grande maestro del Rinascimento veneziano qual è stato Jacopo Robusti, detto il Tintoretto.

In omaggio ai 500 anni dalla nascita, i Musei Civici di Venezia con la National Gallery di Washington, presentano presso Palazzo Ducale e le Gallerie dell’Accademia, l’opera di questo grande genio pittorico che ha saputo sfidare quella che era la grande tradizione rappresentata all’epoca da Tiziano.

Ancora per le più attese novità del mese, ricordiamo la seconda edizione di The Venice Glass Week, un appuntamento a respiro internazionale dedicato all’arte del Vetro, con particolare attenzione alla produzione muranese: circa 180 appuntamenti in una settimana, dal 9 al 16 settembre, offriranno una straordinaria opportunità per conoscere e approfondire questa materia che a Venezia, e non solo, viene considerata come una vera e propria arte.

Sempre nell’ambito di “arte artigiana” segnaliamo un’altra straordinaria occasione: è quella proposta da Homo Faber, una ampia rassegna di opere di alto artigianato ideata per celebrare il meglio, in questo campo, della produzione europea. Scenario dell’evento saranno, nella seconda metà del mese, alcuni suggestivi spazi nell’isola di San Giorgio Maggiore.

Chiudiamo con due manifestazioni di cui la città va da sempre fiera: la Regata storica, spettacolare corteo in costume sull’acqua contornato dalle competizioni remiere e il Premio Campiello, ambito riconoscimento  letterario, con una elegante serata di gala inserita nello splendido contesto del Teatro La Fenice. D.R.

X