Voglia di mare… voglia di Lido

Agosto… per antonomasia il mese delle vacanze. A chi in effetti si è preso questo periodo per le ferie o una breve vacanza non resta che scegliere. Città d’arte, mare, montagna o… Venezia .

Perché?… semplice. Questa città nota al mondo per le sue bellezze monumentali e museali apportate dalla sua millenaria storia, ha la fortuna di una dislocazione geografica privilegiata che oltre a incastonarla in uno straordinario ambiente naturale, come quello della laguna, la affaccia al mare e alla montagna e più in particolare, al Mar Adriatico e alle Alpi, nel suo complesso alpino delle Dolomiti, al quale fa capo la bellissima Cortina d’Ampezzo.

Ecco quindi come un soggiorno a Venezia può offrire tutto quello che si può desiderare da una vacanza: cultura, relax, attività sportive, luoghi e ambienti.

Ma parliamo di mare, forse il luogo più ricercato, almeno in Italia, in questo momento. Da sempre, almeno da quando a fine Ottocento si è sviluppata la prima moda che ha fatto nascere il turismo balneare, Venezia si è fatta conoscere per la sua spiaggia, quella del Lido, arenile tra i più famosi in Italia e in Europa.

Lanciata grazie a due strutture che hanno fatto la storia, a partire dai primi Novecento, del turismo veneziano, L’Hotel Excelsior e l’Hotel Des Bains, (il secondo sta attendendo una imponente ristrutturazione) e da altri due edifici da cui, ancor oggi deriva la sua fama, il Palazzo del Cinema e quello del Casinò, la spiaggia del Lido continua ad essere ricercata da un turismo diverso da quello oggi noto come turismo di massa.

Il Lido in effetti, come spiaggia e come isola, è diverso da tutto e da tutti.  Il suo mare non ha ombrelloni ma “capanne”; le acque sicure e le sabbie pulite, sono riconosciute da anni con la “Bandiera blu” (sigillo europeo che soddisfa criteri di massima qualità) e hanno il vantaggio di non subire l’affollamento tipico di tutte le spiagge. La sua eccezionale dislocazione la pone poi a pochi minuti di trasferimento acqueo dal cuore della città e ad una trentina di minuti dalla terraferma con la quale è collegata da un comodo (e panoramico) servizio di ferry boat. E questa, è un’altra differenza che contraddistingue quest’isola da tutte le altre, quella di essere, con Pellestrina, sua naturale continuazione geografica, raggiungibile in auto.

Ma l’isola del Lido non è poi conosciuta solo per la sua spiaggia. Tra le sue offerte ricordiamo il piccolo ma affascinante aeroporto Nicelli da cui è possibile sorvolare la laguna o addirittura le Dolomiti; i verdissimi (e storici) campi da golf, posti tra mare e laguna, sulla punta estrema dell’isola; il suggestivo e antico borgo di Malamocco, con le sue trattorie e le sue residenze di charme per gli ospiti di passaggio, anch’esso posto a pochi passi tra mare e laguna; l’antichissimo e fascinoso cimitero ebraico, il pregevole complesso di San Nicolò con la chiesa e il monastero,  immortalato da pittori come Guardi e Canaletto…

C’ è infine qualcosa che quasi per definizione interpreta l’immagine del Lido: è il suo Festival del Cinema, o meglio, la sua Mostra internazionale d’Arte Cinematografica. Nata da una costola della famosa Esposizione d’Arte della Biennale, con due prime edizioni allestite all’Hotel Excelsior – erano i primissimi anni Trenta – accentra l’attenzione del mondo a cavallo tra agosto e settembre ormai da 85 anni…

Quest’anno aprirà la sua ribalta srotolando gli ambiti tappeti rossi a partire da mercoledì 30 agosto… Inutile dire che sarà un’ennesima occasione per vivere Venezia in una maniera speciale.

D.R.

Facebook2k
Facebook
G0
G
https://www.unospitedivenezia.it/copertina/voglia-di-mare-voglia-di-lido/
EMAIL
RSS