ANNULLATO Incontri di culture – buone pratiche vestiti, usciamo!

Annullato l’incontro  previsto per giovedì 14 novembre, alle ore 18.30 al Fondaco dei Tedeschi, come segno di vicinanza al disagio che la città e i suoi cittadini stanno affrontando in queste ore.

Giovedì 14 novembre, dalle ore 18:30, presso l’Event Pavilion  prosegue Buone pratiche, la serie di eventi promossi da T Fondaco dei Tedeschi, il primo lifestyle department store di DFS in Europa, e organizzati in collaborazione con tre associazioni sociali del territorio veneto, che mirano a favorire il dialogo e lo scambio, fonte di integrazione e di rispetto reciproco.

Protagonisti di questo incontro, moderato da Stefania Ragusa, giornalista e scrittrice,  saranno Valentina Valotto, vicepresidente della Cooperativa sociale Quid, Fabrizio Urettini creatore di Talking Hands e Giulia Pannoli responsabile stilistica del laboratorio di sartoria Banco Lotto 10 – Cooperativa Sociale Onlus.

Durante l’appuntamento, rivolto a far conoscere queste attività al territorio e creare una possibile sinergia, verranno presentati i capi delle loro ultime collezioni.

Progetto Quid è il brand di moda etica e sostenibile dell’impresa sociale Quid, che crea capi di abbigliamento e accessori in edizione limitata. Le collezioni prendono vita da eccedenze di tessuti messe a disposizione dalle più prestigiose aziende di moda e del settore tessile. Ogni capo è reso unico grazie al lavoro di persone – soprattutto donne – con trascorsi di fragilità, che trovano in Quid un’occasione di riscatto. Ogni singolo acquisto consente al Progetto di crescere.

Talking Hands è un laboratorio permanente di design e innovazione sociale. Nato nel 2016, Talking Hands incoraggia i partecipanti a usare l’attività progettuale e manuale come forma di narrazione delle proprie biografie, dei luoghi di provenienza, dei viaggi compiuti e dei propri sogni. Nel corso degli ultimi anni, Talking Hands si è rivelato un importante strumento d’inclusione sociale. Qui non solo si apprendono nuove abilità e mestieri che potranno servire in futuro, ma si danno occasioni di lavoro con designer riconosciuti, si producono e si vendono oggetti e si partecipa a iniziative di solidarietà dentro una rete di soggetti associativi e gruppi informali.

Riabilitazione e reinserimento sono gli obiettivi primari della Cooperativa Il Cerchio Onlus che nel 2003 ha istituito Banco Lotto n.10, un laboratorio sartoriale della Casa Reclusione Donne alla Giudecca. L’attività sartoriale coinvolge alcune ristrette che apprendo in un apposito spazio del carcere le arti di taglio e cucito. L’idea alla base del progetto e la qualità degli articoli prodotti hanno permesso a Banco Lotto n. 10 di collaborare con importanti organizzazioni tra cui Teatro La Fenice, La Biennale di Venezia, Regione del Veneto, Tessuti Rubelli, Tessitura Bevilacqua. Tutti i capi realizzati da Banco Lotto n. 10 sono in vendita a Castello in Salizada Sant’Antonin, a pochi passi da San Marco. La boutique, come la sartoria, prende nome dal fatto che proprio lì sorgeva un banco del gioco del Lotto.

Informazioni pratiche:
Giovedì 14 novembre 2019, dalle ore 18:30
Event Pavilion, T Fondaco dei Tedeschi (4° piano)
Ingresso libero su prenotazione, scrivendo a fondaco.culture@dfs.com

Leave a Reply

X