Diamoci del tempo: rassegna culturale dell’Event Pavilion del T Fondaco

In occasione del primo anniversario della sua apertura al pubblico, T Fondaco dei Tedeschi dedica il suo nuovo calendario culturale al tema del tempo.

”Gli eventi culturali offerti in questo primo anno hanno sempre registrato il tutto esaurito” dichiara Eléonore de Boysson, Region President Europa e Middle East di DFS Group, ”a dimostrazione che la città ci riconosce come luogo ideale di esperienze: dalla moda ai concerti, dalle installazioni artistiche ai reading con autori internazionali. Venezia resta per noi uno snodo fondamentale in Europa e come tale continueremo a valorizzarne le
potenzialità”.

E quindi dal mese di ottobre, per ricordare il primo anno di apertura del Fondaco, l’Event Pavilion ospiterà il programma culturale intitolato ‘Diamoci
del tempo’, che prende spunto dalle numerose tracce lasciate dallo scorrere del tempo all’interno di un edificio che ha attraversato i secoli.
Nel periodo storico in cui viviamo, caratterizzato dall’immediatezza, dall’effimero e dall’accelerazione del ritmo della vita, i visitatori del Fondaco saranno quindi invitati a “darsi del tempo” partecipando a una serie di incontri con artisti, scrittori e musicisti che hanno messo il tempo, i vari modi di scandirlo e di conservarlo, al centro delle loro riflessioni. Saranno i giovani poeti del Movimento per l’emancipazione della Poesia ad aprire la rassegna, con una serata di letture di poesie senza tempo (12 ottobre).

Veneto Jazz proseguirà con due appuntamenti musicali: un incontro con lo storico e musicologo Ashley Kahn, autore di “Kind of Blue” (Il Saggiatore), per un viaggio nel tempo alla scoperta di contributi, molti inediti, di frammenti di registrazioni, video, tracce, che ricostruiscono la sciamanica personalità di Miles Davis, la magia della creazione artistica e l’atmosfera di un’epoca (19 ottobre); e un progetto ibrido tra musica e fotografia dal titolo “Il tempo in posa”, in cui saranno presentati soggetti in posa da secoli e gesti antichi eseguiti in tempi moderni catturati dal fotografo Pino Ninfa in un dialogo fra passato, presente e futuro esaltato dalla musica di Giovanni Falzone e Alessandro Rossi (23 novembre).

Le arti visive saranno protagoniste di questa rassegna con un incontro con Elisabetta Di Maggio — la cui mostra “Natura quasi trasparente” è aperta al pubblico fino al 26 novembre alla Fondazione Querini Stampalia — artista che ha fatto del tempo la materia prima delle sue opere: “La memoria e le sue stratificazioni sono fonte di ispirazione per la nostra esistenza, danno indicazioni preziose e provocano cortocircuiti mentali da cui nascono le idee…”. L’artista dialogherà con la curatrice Chiara Bertola e la poetessa e scrittrice Bianca Tarozzi (25 ottobre).
T Fondaco dei Tedeschi rafforza anche i legami con l’università Ca’ Foscari di Venezia. Dopo la partecipazione al Festival di letteratura ‘Incroci di Civiltà’ lo scorso marzo, ospiterà uno dei concerti di Musicafoscari/San Servolo Jazz Fest, con una serata omaggio a Terry Riley, le cui
composizioni saranno interpretate da Elettrofoscari + Unive Ensemble, seguiti dall’Ensemble Timegate (27 ottobre).


C’è un tempo, nella scrittura, per scrivere il tempo. Da Proust a Borges, da Musil a Joyce, non c’è grande autore che non abbia messo al centro della
propria opera il tema del tempo. ‘Diamoci del tempo’ abbraccerà quindi la letteratura con un appuntamento con Chiara Barzini, che presenterà Terremoto (Mondadori, 2017), romanzo di formazione ambientato nella California del 1992, all’apice della rivolta razziale di Rodney King, negli anni
della moda esplosiva e selvaggia e dei primi rave parties illegali (9 novembre); seguito dal primo di una serie di incontri curati da Stefano Spagnolo — “Il tempo dei racconti” con Luca Ricci — alla scoperta del tempo del racconto, come agisce e come viene governato nell’economia di una narrazione breve (16 novembre).

Tutte le attività, organizzate in stretta collaborazione con istituzioni culturali del territorio, saranno gratuite al pubblico su prenotazione (scrivendo a fondaco.culture@dfs.com) e testimoniano ulteriormente la volontà del gruppo DFS di valorizzare e sostenere le arti italiane.
Il calendario proseguirà anche nel mese di dicembre e verrà regolarmente comunicato sul giornale bimestrale di T Fondaco dei Tedeschi, la cui linea editoriale e grafica si ispira a un giornale quotidiano, il mezzo di comunicazione legato al tempo più di qualunque altro.

PROGRAMMA

Letteratura

giovedì 12 ottobre 2017, ore 18.30
“Altri tempi”, una serata di lettura
in collaborazione con MeP , Movimento per l’emancipazione della Poesia

giovedì 9 novembre 2017, ore 18.30
“Terremoto”: incontro con Chiara Barzini
in collaborazione con Mondadori Libri

giovedì 16 novembre 2017, ore 18.30
“tempoaparole”: incontro con Luca Ricci
a cura di Stefano Spagnolo

Musica

giovedì 19 ottobre 2017, ore 18.30
“Kind of Blue”: incontro con Ashley Kahn, con la partecipazione di
Francesco Martinelli
in collaborazione con Veneto Jazz

venerdì 27 ottobre 2017, ore 20
Musicafoscari/San Servolo Jazz Fest: Omaggio a Terry Riley
In collaborazione con Musicafoscari/San Servolo Jazz Fest

giovedì 23 novembre 2017, ore 18.30
“Il tempo in posa”, fotografie di Pino Ninfa, musiche di Giovanni
Falzone (tromba ed elettronica)
in collaborazione con Veneto Jazz

Arte

mercoledì 25 ottobre 2017, ore 18.30
“Fili”: incontro con Elisabetta Di Maggio, in conversazione con
Chiara Bertola e Bianca Tarozzi
in collaborazione con la Fondazione Querini Stampalia

Facebook2k
Facebook
G0
G
https://www.unospitedivenezia.it/en/show/diamoci-del-tempo-rassegna-culturale-dellevent-pavilion-del-t-fondaco
EMAIL
RSS
X