MUVE Contemporaneo – Le mostre da non perdere

Il 2017, l’anno della 57a Biennale dedicata alle arti visive, vede la Fondazione Musei Civici di Venezia fortemente impegnata in un programma espositivo volutamente indirizzato al contemporaneo, che non solo ci consenta di interagire con i soggetti che in città sono coinvolti a livello internazionale proprio in questo specifico campo, ma pure di segnare un punto a vantaggio dei nostri musei, i quali non vogliono essere soltanto depositari della memoria storica, ma devono anche agire nel tempo presente con proposte, iniziative, dialoghi che permettano di accreditare, tra le molte, anche la voce più “istituzionale” dell’arte contemporanea di Venezia, quella, appunto, dei Musei Civici.
Dunque, nel programma espositivo 2017, il capitolo principale è quello dedicato a iniziative che si propongono indagini critiche ed esplorazioni sui linguaggi più attuali della ricerca artistica contemporanea, un programma fatto di progetti originali che presentano per la prima volta in città artisti di fama mondiale, come David Hockney, forse il più importante artista figurativo vivente, un fiore all’occhiello per la nostra Fondazione. Un programma costruito in partnership con alcuni dei più dinamici musei d’arte contemporanea internazionali, come il LACMA di Los Angeles, il Guggenheim di Bilbao, il Museum of Fine Arts di Boston, la Royal Academy di Londra, la Phillips Collection di Washington, istituzioni con le quali la Fondazione veneziana ha avviato una stretta collaborazione fin dal 2013. Il progetto MUVE Contemporaneo, alla sua terza edizione, “contaminerà” anche le sedi “storiche” di Palazzo Mocenigo, Ca’ Rezzonico e Museo Correr.
Ma una sua parte importante troverà nel Centro Candiani a Mestre la naturale corrispondenza in terraferma di quanto si realizzerà nella sede della Galleria Internazionale d’Arte Moderna di Ca’ Pesaro.

Maria Cristina Gribaudi Presidente Fondazione Musei Civici di Venezia

Facebook2k
Facebook
G0
G
https://www.unospitedivenezia.it/esposizioni/muve-contemporaneo-le-mostre-da-non-perdere
EMAIL
RSS
X