Una collezione veneziana

Grazie a un recente accordo con Intesa SanPaolo la fondazione Querini Stampalia accoglie dal 21 novembre (per cinque anni) la prestigiosa collezione della Cassa di Risparmio di Venezia, una raccolta di opere, mobili, volumi antichi, sculture e monete testimonianze della storia e dell’arte veneziana dal XVI al XX secolo. 

La nuova sezione, allestita al terzo piano della pinacoteca in un panoramico spazio rinnovato dall’architetto Michele De Lucchi, presenta tra le opere di maggior prestigio due dipinti di Canaletto, il grande bozzetto del Paradiso di Domenico Tintoretto e quello del Giudizio universale di Giambattista Tiepolo.  Si affiancano opere di grandi maestri della scuola veneta come Caffi e Ciardi e sculture di Arturo Martini e Alberto Viani. Tra i materiali bibliografici spicca la “Biblioteca veneziana” un corpus di oltre tremila libri che resterà a disposizione degli utenti della biblioteca della fondazione.

INFORMAZIONI E ORARI

X