Vittorio Zecchin: i vetri trasparenti per Cappellin e Venini

FONDAZIONE GIORGIO CINI
Fino al 7 gennaio

Prosegue con una raffinata mostra dedicata alla produzione vetraia dell’artista di origine muranese (1878-1947), protagonista della grande stagione di Ca’ Pesaro, il ciclo per “Le stanze del vetro” dedicato alle eccellenze della produzione vetraia del Novecento, promosso da Fondazione Cini e Pentagram Stiftung.

Direttore artistico dal 1921 della VSM Cappellin Venini & C., fondata quell’anno da Giacomo Cappellin e da Paolo Venini, azienda destinata in breve ad affermarsi sia nel panorama nazionale che internazionale, Vittorio Zecchin seppe dare una decisa impronta rinnovatrice, per le proporzioni classiche e le linee di notevole essenzialità che contraddistinsero quella produzione rispetto alle coeve realizzazioni muranesi spesso connotate da eccessivi virtuosismi.

Di origine muranese, Zecchin (1878-1947), dopo aver studiato all’Accademia di Venezia, si dedicò alla pittura rivolgendosi alla cultura artistica contemporanea, specie alle avanguardie mitteleuropee. Partecipe della grande stagione di Ca’ Pesaro, si interessò progressivamente alle arti applicate, dai ricami agli arazzi, ma soprattutto al vetro a cui guardò con passione ed entusiasmo. Alla fine del 1921 assunse la direzione artistica della V.S.M. Cappellin Venini & C., vetreria fondata quell’anno da Giacomo Cappellin e da Paolo Venini, destinata in breve ad affermarsi sia nel panorama nazionale che internazionale.

11Setallday07GenalldayVITTORIO ZECCHIN. I vetri trasparenti per Cappellin e Venini.VITTORIO ZECCHIN. Transparent glass for Cappellin and Venini.Tipo di evento:Mostre in corso

Facebook2k
Facebook
G0
G
https://www.unospitedivenezia.it/esposizioni/vittorio-zecchin-i-vetri-trasparenti-per-cappellin-e-venini
EMAIL
RSS
X