PREMIO VENEZIA | XXXV Concorso Pianistico Nazionale

Inizierà sabato 1° dicembre al Teatro la Fenice la 35a edizione del Concorso Pianistico Nazionale “PREMIO VENEZIA” che si concluderà con il concerto dei finalisti previsto sempre al Teatro La Fenice giovedì 6 dicembre. Organizzato dalla Fondazione Amici della Fenice in collaborazione con la Fondazione Teatro La Fenice di Venezia e il contributo della Regione del Veneto, il “PREMIO VENEZIA” è posto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e beneficia del Patrocinio del MiBAC. Il concorso, che per questa edizione registra la partecipazione di 49 concorrenti under 24 provenienti dai Conservatori di tutta Italia, ha come finalità principale quella di far conoscere al grande pubblico i neodiplomati più preparati e promettenti, dando loro un aiuto concreto per muovere i primi passi nella difficile carriera di concertisti, che richiede un continuo perfezionamento artistico.

Il concorso è infatti riservato ai pianisti di età non superiore ai 24 anni, di ogni nazionalità, diplomati con il massimo dei voti (10, vecchio ordinamento, oppure da 105 a 110 diploma accademico I livello) nei conservatori di musica o negli istituti musicali pareggiati italiani nell’anno accademico 2016-2017. Il Premio Venezia si avvale della collaborazione del Conservatorio di Musica “Benedetto Marcello”.

I componenti la Giuria tecnica del Premio Venezia, scelti tra musicologi ed esecutori di chiara fama, sono: Massimiliano Damerini, Francesco Libetta, Carla Moreni, Luca Mosca, Gianni Tangucci, Fabio Vacchi e il Presidente della Giuria popolare che sarà eletto tra i suoi membri.

Il calendario del concorso prevede sabato 1, domenica 2 e lunedì 3 dicembre lo svolgimento delle selezioni a porte chiuse alle Sale Apollinee del Teatro La Fenice, alla sola presenza della giuria tecnica. La seconda fase, il “Concerto dei concorrenti”, riservata a non più di 12 pianisti, si terrà martedì 4 dicembre sempre alle Sale Apollinee, alla presenza del pubblico e della Giuria popolare della Fondazione Amici della Fenice che affiancherà quella tecnica, così come previsto anche mercoledì 5 dicembre per l’esibizione della “Cinquina dei semifinalisti”, nella Sala Grande della Fenice. Della Giuria popolare fanno parte (con diritto a un solo voto complessivo), Elena Barbalich, Alberto Berlingieri, Maria Camilla Bianchini d’Alberigo, Marco Ceresa, Paola De Peris, Maria della Gloria di Segorbe, Claudio Gorini, Martina Luccarda, Emilio Melli e Gaetano Trotta.

 Giovedì 6 dicembre alle ore 19.00 al Teatro La Fenice si terrà il “Concerto dei Finalisti” e la cerimonia di premiazione con l’assegnazione del “PREMIO VENEZIA” al pianista primo classificato e del Premio ALFREDO CASELLA al secondo.

Grazie al contributo di numerosi sponsor, i vincitori riceveranno borse di studio e premi per un ammontare di oltre 110.000 euro, nonché la possibilità di tenere concerti in Italia e all’estero.

Il primo classificato, oltre alla Medaglia della Presidenza del Senato, riceverà la targa del Presidente della Repubblica, della Prefettura di Venezia, della Regione del Veneto, del Comune di Venezia e della Fondazione Teatro La Fenice, la borsa di studio «Lawrence Dow Lovett» offerta da Venetian Heritage, le borse di studio offerte da Cristiana Brandolini d’Adda, da Marisa Bruni Tedeschi, da Roberto Coin, la borsa «Anna Botta» offerta da Paolo Jucker, la borsa «Florence Marzotto Daniel» offerta da Paolo Marzotto, la borsa «Umberto Micheli» offerta da Francesco Micheli, quella offerta da Giulio Olivotto e la borsa delle Generali Italia SpA.

Al secondo classificato, il vincitore del Premio Alfredo Casella, oltre alle targhe del Comune di Venezia e della Fondazione Teatro La Fenice, andranno le borse di studio offerte da Umberto Marcello del Majno, da Il Gazzettino, dalla Fondazione di Venezia, da Yaya Coin Masutti, da Roberta Polato Rossi, da Francesco Loredan, da Erck e Cristina Rickmers, la borsa di studio «Nino Sarzana» offerta da Nicolò e Francesca Noto, la borsa «Gino Gorini» offerta dalla Famiglia Gorini e le borse offerte da Generali Italia SpA e Fondazione Giorgio Cini.

La serata finale sarà trasmessa in differita su Radio Rai 3. I primi due classificati riceveranno anche un cd con la registrazione offerta da Banca Generali, nella persona di Dino Cola.

Per il terzo classificato, oltre alla targa del Comune di Venezia e della Fondazione Teatro La Fenice, sono previste borse di studio per un totale di 22.000 euro: la borsa «Cecilia Collalto Falck» offerta dai figli, quella «Anita Rossi di Caprio» offerta da Ninina Cuomo di Caprio, le borse offerte da Marie-Rose Kahane, da Freundeskreis des Teatro La Fenice, dalla Fondazione CreativaMente, da Irene Pellegrini, da APV Investimenti, da Marcello Nardis di Torre Guidaccia, da MicroMega e la borsa «Marco Cosulich» offerta da Elena Cosulich Longanesi.

Per il quarto piazzamento verranno offerte borse di studio per un totale di 16.000 €: la borsa «Yana Alliata Cini» offerta da Giovanni Alliata di Montereale, la borsa «Giovanni Falck» da Gioia Marchi Falck, la borsa «Ernesto e Maria Teresa Rubin de Cervin», la borsa «Pia Lanfranchi Sammartini» offerta da Maurizio Sammartini e le borse offerte da Jacopo Nani Mocenigo e Sonia Guetta Finzi.

Per il quinto posto verranno offerte borse di studio per un totale di 12.000 euro: le borse sono offerte da Orsola Spinola, Barbara Foscari, Fabrizio e Carla Plessi, dalla Fondazione Igino Betti, da Sorma SpA e da Fazioli Pianoforti.

I cinque semifinalisti riceveranno da Antonio Pagnan un tablet iPad Mini, dall’Associazione Giovanni Morelli una borsa di studio mentre Piano City Milano offrirà loro un concerto a Milano. Ai primi dodici classificati sarà consegnato un ricordo in vetro di Murano offerto da La Fucina del Vetro srl.

Per la prima prova, i candidati dovranno eseguire uno studio a scelta tra i ventiquattro Studi dell’op. 10 e dell’op. 25 di Chopin, gli Studi sui Capricci di Paganini op. 3 e op. 10 di Schumann, i dodici Studi di Debussy, i sei Studi op. 70 di Alfredo Casella, gli Studi per pianoforte di György Ligeti, oltre a un brano a scelta da Bach o Brahms.

Nella seconda prova, una Sonata di Beethoven e una o più composizioni non eseguite nella prima prova di repertorio romantico a scelta tra Brahms, Chopin, Liszt, Schubert e Schumann. Nella terza prova, i cinque semifinalisti dovranno presentare un programma di esecuzione interamente nuovo comprendente obbligatoriamente una o più composizioni dell’Ottocento e una o più composizioni del Novecento. La quarta prova riguarderà solo i due finalisti, che potranno presentare un programma a libera scelta che non includa brani eseguiti nelle precedenti prove.

Per informazioni: premiovenezia@teatrolafenice.org

2018gio06Dic7:00 PMgio9:00 PMPREMIO VENEZIA 2018Gran Teatro La Fenice - Sale Apollinee, Campo San Fantin, 1965Tipi di eventi:Musica

X