Teatro di Ca’ Foscari – Stagione ’17-’18

Alterazioni – Diffrazioni di senso

19 ottobre 2017 – 16 maggio 2018

II programmi del Teatro Ca’ Foscari di questi anni hanno fissato lo sguardo sul presente, seppure interrogato attraverso una sintesi tra le diverse istanze che lo compongono. Difficile arrivare a una definizione di che cosa sia oggi il “mondo” che ci circonda. Le alterazioni che fanno da sfondo al nostro programma non sono esclusivamente quelle diffrazioni di senso che incontriamo sul nostro cammino, nello spazio che abitiamo, ma ogni particella che forma il nostro pensiero e che non riesce a stabilire una giusta frequenza con le altre. E allora, esiste un luogo “altro” in cui almeno cercare, se non trovare una risposta che non vada perduta?

Così, nell’affannosa ricerca di una spiegazione o almeno di un’interpretazione dei segni che il presente trasmette, nelle proposte di Alterazioni, a cui si collega Correnti alternate, la sezione dedicata alle giovani compagnie, si affacciano interrogativi cruciali (ErodiàsMaryamLettere dalla notte, Da parte loro nessuna domanda imbarazzante); la ferocia incontrollata (Utøya); il peso della storia (Corale numero unoAcqua di colonia); zone inesplorate (Solaris); relazioni familiari (Fratelli); racconti in forma rap (Personale Politico Pentothal).

Anche nel programma 2017-2018 una parte importante è rappresentata dalle residenze artistiche. La prima considerevole esperienza è con Chiara Guidi che condurrà gli studenti in un esercizio di lettura in coro sui componimenti della poetessa tedesca Nelly Sachs. Il coro poi confluirà  nella performance finale di Lettere dalla notte. La seconda residenza, che si svilupperà in un tempo più lungo, vedrà impegnato un gruppo di studenti che,  sotto la guida di Marcello Chiarenza, porterà in scena una drammaturgia ispirata al testo di Christa Wolf, Guasto.

Non mancheranno i laboratori e i workshop. Ma anche gli incontri di approfondimento con gli artisti e le compagnie ospiti, coordinati da Maria Ida Biggi, con l’intervento di docenti di Ca’ Foscari ed esperti.

Alle attività del Teatro Ca’ Foscari collaborano e danno il proprio sostegno in primo luogo l’Istituto per il Teatro e il Melodramma della Fondazione Cini; l’International Center for the Humanities and Social Change e il Comitato Unico di Garanzia (CUG) dell’Università Ca’ Foscari. [Donatella Ventimiglia]

Spettacoli 2017/2018

Lettere dalla notte

19 ottobre 2017 ore 20.30

liberamente tratto dai testi di Nelly Sachs
con Chiara Guidi e il coro degli studenti della città
musica eseguita dal vivo dall’autore Natàn Santiago Lazala
cura del suono Andrea Scardovi


Fratelli

26 ottobre 2017 ore 20.30

di Pier Lorenzo Pisano
con Fabrizio Colica, Claudio Colica, Francesca Mazza
musiche originali Mattia Persico – light designer Marco Anselmi
scenografia Marta Montani – costumi Carolina Felicissimo


The Gender Show – Teoria del gender questo sconosciuto [singolare maschile]

9 novembre 2017 ore 20.30

drammaturgia e regia Marcela Serli
con Noemi Bresciani, Nicole De Leo, Marcela Serli, Christian Zecca


Da parte loro nessuna domanda imbarazzante

15 novembre 2017 ore 20.30

con Chiara Lagani e Fiorenza Menni
ideazione Luigi De Angelis, Chiara Lagani e Fiorenza Menni
drammaturgia Chiara Lagani
regia e progetto sonoro Luigi De Angelis


Acqua di colonia

24 novembre 2017 ore 20.30

testo, regia e interpretazione Elvira Frosini e Daniele Timpano
consulenza Igiaba Scego
voce del bambino Unicef Sandro Lombardi
disegno luci Omar Scala


Maryam

14 febbraio 2018 ore 20.30

testo Luca Doninelli
in scena Ermanna Montanari 
musica Luigi Ceccarelli
regia del suono Marco Olivieri – disegno luci Francesco Catacchio
ideazione, spazio, costumi e regia Marco Martinelli e Ermanna Montanari


Guasto

7-8 marzo 2018 ore 20.30

di Marcello Chiarenza
liberamente ispirato all’omonimo romanzo di Christa Wolf
con la partecipazione del musicista Carlo Cialdo Capelli


Utøya

21 marzo 2018 ore 20.30

un testo di Edoardo Erba
con Arianna Scommegna e Mattia Fabris
regia Serena Sinigaglia 
scene Maria Spazzi – luci Roberto Innocenti


Erodiàs

11 aprile 2018 ore 20.30

di Giovanni Testori
con Federica Fracassi
regia di Renzo Martinelli
dramaturg Francesca Garolla
suono Fabio Cinicola – luci Mattia De Pace


Personale Politico Pentothal – Opera rap per Andrea Pazienza

19 aprile 2018 ore 20.30

un progetto Fratelli Dalla Via
di e con Marta Dalla Via
Omar Faedo (Moova), Simone Meneguzzo (Dj Ms), Michele Seclì (Lethal V)Alessio Sulis (Rebus), Giovanni Zaccaria (Zethone)


Solaris

8 maggio 2018 ore 20.30

drammaturgia di Fabrizio Sinisi
con Debora Zuin, Giovanni Franzoni, Antonio Rosti
regia di Paolo Bignamini
con le musiche originali di P.I.G.


Corale numero uno – Ritratto di Bambola

16 maggio 2018 ore 20.30

di e con Elena Bucci
al violino e al pianoforte Dimitri Sillato
luci di Loredana Oddone
drammaturgia del suono e registrazioni di Raffaele Bassetti

Sezione dedicata alle giovani compagnie

15 dicembre 2017 – 28 aprile 2018

Proseguendo sulle linee tracciate nelle passate stagioni, il Teatro Ca’ Foscari continua a sostenere le attività delle giovani compagnie, ospitando per brevi periodi di residenza o per singole iniziative alcune realtà artistiche che hanno maturato esperienze significative e affrontato percorsi del tutto originali.

In Correnti alternate, che riflette sulle medesime tematiche e si pone gli stessi interrogativi di Alterazioni, emerge un interesse verso la traduzione (Cessi pubblici) e l’adattamento o quanto meno l’ispirazione a drammaturgie d’autore (Monogamia) insieme all’indagine di nuove forme di scrittura per la scena, con esiti performativi differenti, ma ugualmente interessanti (Starlùc e Il violinista di Praga).

Spettacoli 2017/2018

Monogamia – Una storia fantastica

15-16 dicembre 2017 ore 20.30

regia di Lorenzo Maragoni
costumi e scenografia di Riccardo Longo
ispirato a “La Collezione” di Harold Pinter
con Riccardo Dal Toso, Julio Escamilla Camacho, Greta Giancola, Vittorio Lora


Starlùc

9-10 febbraio 2018 ore 20.30

regia e drammaturgia Alessia Cacco e Jacopo Giacomoni
creato da Elena Ajani, David Angeli, Jacopo Giacomoni, Davide Pachera, Caterina Soranzo, Marco Tonino,Vincenzo Tosetto
coreografie Elena Ajani


Cessi pubblici

2-3 marzo 2018 ore 20.30

di Guo Shixing
regia e traduzione Sergio Basso
con Lidia Castella, Cristina Castigliola, Federico Dilirio, Mele Ferrarini, Mattia Giordano, Eva Martucci, Paolo Mazzanti, Francesco Meola, Lucia Messina, Elena Nico, Matthieu Pastore, Alessandra Raichi


Il violinista di Praga

27-28 aprile 2018 ore 20.30

con Susi Danesin
ebraista e voce off Matteo Corradini
scrittura scenica e montaggio intervista Marco Gnaccolini
scene e costumi Alessandra Dolce
regia Woodstock Teatro 

Nel programma di attività teatrali 2017-2018 una parte significativa è rappresentata dai laboratori, a confermare la vocazione principale dell’Ateneo, che è quella di formare i suoi studenti anche con e attraverso le performing arts.

Una novità, su proposta di Susanne Franco, sarà il workshop di Gaga tenuto da Andrea Costanzo Martini. Il Gaga, conosciuto come il “metodo Naharin”, è un linguaggio del movimento creato da Ohad Naharin, danzatore e coreografo israeliano considerato uno dei più grandi coreografi al mondo. Con questo termine viene definito un nuovo modo di acquisire una profonda conoscenza e consapevolezza di sé e del proprio corpo attraverso il movimento. Un’occasione speciale per i nostri studenti e aperta a chiunque sia interessato.

Le residenze, i laboratori e i workshop sono rivolti principalmente agli studenti dell’Università Ca’ Foscari, ma sono aperti a studenti di altre Università, Accademie e Conservatori, giovani attori e a chiunque sia interessato a partecipare, sulla base della presentazione di una lettera di motivazioni e di un curriculum aggiornato. La candidatura dovrà essere inviata all’indirizzo  teatro.cafoscari@unive.it. La partecipazione è gratuita. 
Indicazioni più precise sulle singole proposte sono contenute nelle pagine di dettaglio.

Del programma fanno parte alcuni incontri con gli artisti e le compagnie ospiti, coordinati da Maria Ida Biggi. Il calendario degli incontri e le modalità di partecipazione saranno pubblicati successivamente.

Laboratori 2017/2018

Lettere dalla notte

17-18 ottobre 2017 ore 14.00-18.00
19 ottobre 2017 ore 16.00-20.00

Esercizio di lettura rivolto agli studenti della città di Venezia condotto da Chiara Guidi

Al termine del terzo giorno, il coro confluirà nella lettura di Lettere dalla notte, con Chiara Guidi, in scena giovedì 19 ottobre 2017 alle ore 20.30.


Operai di civiltà

8 novembre 2017 ore 10.00-14.00

Workshop condotto da Patricia Zanco
Un lavoro sulla voce e sul coro come corpo sociale

Il workshop è inserito all’interno delle attività formative del progetto regionale Dedalus – Sapere nuovo per artisti e artigiani dello spettacolo, cod. 3706-1-1401-2016.


La scrittura teatrale in doppia partitura

29 novembre 2017 ore 10.00-14.00

Workshop condotto da Marcello Chiarenza
Nel seminario si studierà  il rapporto fra la parola e l’immagine, tra la voce e l’azione.

Il workshop è inserito all’interno delle attività formative del progetto regionale Dedalus – Sapere nuovo per artisti e artigiani dello spettacolo, cod. 3706-1-1401-2016.


Guasto

gennaio-marzo 2018

Progetto di residenza artistica condotto da Marcello Chiarenza

Il laboratorio consiste nella messa in scena di uno spettacolo teatrale che verrà presentato al Teatro Ca’ Foscari mercoledì 7 e giovedì 8 marzo 2018. La residenza si svolgerà presso il Teatro Ca’ Foscari da gennaio a marzo 2018, per un totale di circa 15 giornate di impegno. Il calendario dettagliato verrà comunicato successivamente.


Workshop di Gaga

28 marzo 2018 ore 16.00-19.30
29 marzo 2018 ore 10.00-14.00

condotto da Andrea Costanzo Martini

Con il termine “Gaga” viene definito un nuovo modo di acquisire una profonda conoscenza e consapevolezza di sé e del proprio corpo attraverso il movimento.


Rime contemporanee

16 aprile 2018 ore 10.00-16.00
17-18 aprile 2018 ore 10.00-19.00

Laboratorio teatrale condotto da Marta Dalla Via

Nel laboratorio si sperimenteranno forme di scrittura e riscrittura per giungere a una poesia urbana che sia ritratto, anche deformato, della città e di chi la vive e interpreta

 

 

X