Il fantasma di campiello del Remèr

Si narra che, nel ‘600,  un famoso esponente della famiglia Loredan, Fosco, fu protagonista di una storia di passione e morte.

Egli era sposato a Elena, figlia del fratello del doge Marino Grimani e ne divenne geloso fino alla pazzia.

Una notte, lo stesso doge passando per campiello Remar vide Elena scappare, urlante di paura, inseguita da Fosco che disse al doge: “fatti da parte! Questa donna mi ha tradito!”. Elena rispose disperata che non era vero e che il giovane con il quale lui era convinto la tradisse poteva essere quasi suo figlio. Il doge, con la spada, promise a fosco di usare le armi se non avesse lasciato stare la povera donna. Fosco, minacciò il doge intimandolo “Da ora in poi dovrai guardarti alle spalle!” e senza perdere tempo il Loredana mozzò la testa di netto ad Elena.

Il doge allora, mantenendo la calma, gli intimò: “Prendi il corpo di tua moglie, caricatelo sulle spalle e la sua testa in mano. Non dovrai abbandonarlo né di giorno né di notte e lo porterai dal Papa a Roma. Solo lui potrà decidere del tuo destino.”

Fosco così fece e partì per Roma, ma dopo 5 messi di viaggio non venne neppure ricevuto dal Papa inorridito dal delitto. Fosco tornò a Venezia a, davanti al campiello del Remèr si gettò nel Canal Grande.

Da quel giorno in avanti, nell’anniversario dell’uccisione di Elena, il fantasma di Fosco Loredan riappare, stringendo in mano il capo della moglie.

Facebook2k
Facebook
G0
G
https://www.unospitedivenezia.it/new/halloween-2017-il-fantasma-di-campiello-del-remer
EMAIL
RSS
X