Palazzo Fortuny e Palazzo Mocenigo protagonisti del progetto Google “We Wear Culture”

Dalle stiletto di Marylin Monroe allo street style di Tokyo Il mondo della moda a portata di mano in una nuova collezione virtuale di Google in collaborazione con Palazzo Fortuny e Palazzo Mocenigo e istituzioni culturali di tutto il mondo.

3000 anni di storia della moda e del costume riuniti nella più grande sfilata di stili diversi debuttano online oggi nel nuovo progetto di Google “We wear culture ” disponibile sulla piattaforma Google Arts & Culture. L’iniziativa è frutto di una collaborazione con Palazzo Fortuny e Palazzo Mocenigo e oltre 180 istituzioni culturali di fama mondiale di ogni parte del mondo, da New York a Londra, da Parigi a Tokyo, da San Paolo a Venezia e altre città.
Utilizzando tecnologie all’avanguardia, il progetto consente di esplorare stili e look di epoche diverse, a partire dall’antica Via della seta, passando per le mode sofisticate di Versailles, fino al punk britannico o alle storie che sono alla base degli abiti che indossiamo oggi. Pezzi iconici che hanno cambiato il modo di vestire di intere generazioni, come i tacchi alti di Marilyn Monroe o l’abito nero di Chanel, vengono riportati in vita grazie ad alla tecnologia VR (realtà virtuale). La storia della nascita delliconico abito Delphos di Mariano Fortuny è ora disponibile online come parte dell’esposizione internazionale che si apre oggi.
Le diverse mostre digitali presentano icone, movimenti, pionieri e trendsetter fra cui Alexander McQueen, Marilyn Monroe, Cristóbal Balenciaga, Coco Chanel, Audrey Hepburn, Christian Dior, Helmut Newton, Irving Penn, Yves Saint Laurent, Manolo Blahnik, Gianni Versace , Oscar de la Renta, Pierre Balmain, Vivienne Westwood, Miyake Issey e tanti altri.
Esperti di moda, curatori e stilisti nonché università, musei e ONG da ogni parte del mondo hanno collaborato al progetto per dimostrare che la moda fa parte della nostra cultura, costituisce una forma d’arte ed è il frutto di una vera e propria artigianalità. Le tecnologie all’avanguardia di Google, inclusi la realtà virtuale, i video a 360°, i tour con Street View e le immagini “gigapixel” ad altissima risoluzione, sono state usate per preservare le collezioni e renderle disponibili a tutti.
I contenuti in evidenza disponibili online grazie a Palazzo Fortuny e Palazzo Mocenigo includono:
50 opere, tra dipinti e tessuti di Palazzo Fortuny, catturati in Gigapixel. I dettagli unici del dipinto L’Atelier dell’artista a Palazzo degli Orfei possono ora essere visualizzati in un’immagine Gigapixel scattata dalla Fotocamera artistica di Google Arts & Culture, un dispositivo personalizzato che acquisisce centinaia di immagini ravvicinate successivamente cucite insieme per creare un’unica immagine intensamente dettagliata che rivela i particolari invisibili a occhio nudo.
● Con l’aiuto di Street View, i visitatori online potranno scoprire Palazzo Mocenigo e le sue collezioni
● Infine, i visitatori online possono scoprire 6 mostre virtuali, storie interattive che includono un focus su Henriette Fortuny, la donna che ispirò e affiancò l’eclettico Mariano Fortuny, diventando parte essenziale di uno straordinario sodalizio artistico; la storia del laboratorio tessile di Palazzo Pesaro degli Orfei; la nascita dello scialle Knossos, prima creazione dell’atelier Fortuny, e dell’iconico Delphos, abito che rivoluzionò la moda agli inizi del XX secolo. _
“We wear culture” in numeri:
● Oltre 180 grandi istituzioni culturali e di moda provenienti da 42 paesi.
● Oltre 400 esposizioni e storie online che condividono un totale di 30.000 foto, video e altri documenti.
● 4 esperienze di realtà virtuale relative ai pezzi iconici del mondo della moda.
● Oltre 700 immagini in ultra-alta risoluzione, chiamate “gigapixel”.
● Oltre 40 sedi che offrono accesso al dietro le quinte attraverso Google Street View.
L’esposizione We wear Culture è aperta a tutti e disponibile online su g.co/wewearculture e attraverso l’app Google Arts & Culture su iOS e Android.
Google Arts & Culture Google Arts & Culture è un nuovo spazio online che permette agli utenti di esplorare le opere d’arte, i manufatti e molto altro di oltre 1.000 musei, archivi e organizzazioni che hanno lavorato con il Google Cultural Institute per trasferire online le loro collezioni e le loro storie. Disponibile sul Web da laptop e dispositivi mobili, o tramite l’app per iOS e Android, il sito è pensato come un luogo in cui esplorare e assaporare l’arte e la cultura online. Google Arts and Culture è una creazione del Google Cultural Institute.
Facebook
Facebook
G0
G
https://www.unospitedivenezia.it/new/palazzo-fortuny-e-palazzo-mocenigo-protagonisti-del-progetto-google-we-wear-culture/
EMAIL
RSS