Le Sale istituzionali di Palazzo Ducale

Inizia dall’Atrio Quadrato il lungo percorso attraverso le Sale Istituzionali di Palazzo Ducale.
L’itinerario permette di conoscere le sale dei principali organi di governo dove si svolgevano ai massimi livelli la vita politica e amministrativa della Repubblica Serenissima: dal Maggior Consiglio, al Senato, al Collegio, dal Consiglio dei Dieci alle Quarantie.

Il primo piano

Dopo aver seguito la visita del secondo piano, provenendo dall’Armeria, si accede al percorso del primo piano di Palazzo Ducale e si visita:

  • Il Liagò che dialetto veneziano “liagò” significa veranda o terrazzo chiuso da vetrate ed serviva per il passeggio e ritrovo dei patrizi negli intervalli delle sedute del Maggior Consiglio.
  • La Quarantia Civil Vecchia: la sala dedicata al massimo organo di appello dello Stato veneziano
  • La Sala del Guariento: anticamente deposito d’armi e munizioni, era collegata da una scala all’Armeria e al Consiglio dei Dieci, oggi ospita ciò che resta dell’affresco con L’incoronazione della Vergine e le gerarchie celesti realizzato dal Guariento.
  • La Sala del Maggior Consiglio: la sala più grande e maestosa di Palazzo Ducale che, con i suoi 53 metri di lunghezza e 25 di larghezza, è anche una delle più vaste d’Europa. Qui si tenevano le assemblee della più importante magistratura dello stato veneziano: il Maggior Consiglio.
  • Sala dello Scrutinio: qui vi si tenevano le operazioni di conteggio elettorale e/o deliberativo che assiduamente scandivano i ritmi della politica veneziana.
  • La Sala della Quarantia Criminal e Sala dei Cuoi: una stanza dedicata all’amministrazione della Giustizia. Questa era la sala di una delle tre Quarantie, cioè le massime magistrature d’appello dello Stato veneziano.
  • Sala del Magistrato alle Leggi: questa era la sala che ospitava la magistratura dei Conservatori ed esecutori delle leggi e ordini degli uffici di San Marco e di Rialto.

Il secondo piano

Da qui in realtà inizia il percorso di visita alle Sale istituzionali di Palazzo Ducale. Su questo piano si possono ammirare:

  • L’Atrio quadrato: un’anticamera ai luoghi in cui si riunivano i più importanti organi di governo
  • La Sala delle Quattro Porte: questa sala aveva la duplice funzione di anticamera d’attesa e di passaggio e prende il nome da quattro splendide porte incorniciate da preziosi marmi orientali, sormontati ciascuno da un gruppo scultoreo,
  • Sala dell’Anticollegio: questa sala era l’ anticamera d’onore per le ambascerie e le delegazioni che attendevano di essere ricevute dal Collegio, cui era delegata la politica estera dello Stato.
  • Sala del Collegio: in questa sala di Palazzo Ducale si riunivano i Savi e la Signoria, organi distinti ed autonomi. I primi si dividevano in Savi del Consiglio, che si occupavano soprattutto di politica estera, Savi di Terraferma, competenti sulle questioni inerenti i territori fuori della laguna e Savi agli Ordini, che sovrintendevano alle materie marittime. La Signoria invece era composta dai tre capi della Quarantia e dal Minor Consiglio, formato dal doge e dai sei consiglieri, uno per ogni sestiere.
  • La Sala del Senato: questa sala ospitava le adunanze del Senato, una delle più antiche istituzioni veneziane, la cui creazione risale al XIII secolo.
  • Sala del Consiglio dei Dieci: qui veniva ospitata l’assemblea che era composta da 10 membri scelti dal Senato ed eletti dal Maggior Consiglio, a cui si aggiungevano il Doge e i suoi sei consiglieri
  • Sala della Bussola: da qui inizia la serie degli spazi dedicati alle funzioni della Giustizia.

Il Piano delle Logge

  • Sala dei Censori: anche questa sala era dedicata agli organi di giustizia. La magistratura dei Censori non era un organo giudicante ma consulente soprattutto sul piano morale e il loro compito era quello di reprimere il broglio, la corruzione elettorale, difendendo così l’integrità delle istituzioni pubbliche.
  • Sala dell’Avogaria de Comun: l’Avogaria de Comun era un’antichissima magistratura e aveva il compito di tutelare il principio di legalità, ossia la correttezza nell’applicazione delle leggi. 
  • Sala dello Scrigno: In uno scrigno collocato in questa stanza venivano conservati il Libro d’oro delle nascite, nel quale erano registrate le fedi di battesimo dei patrizie e il Libro d’argento in cui erano descritte le famiglie dell’ordine cittadino originario, ossia quelle che, accanto ai requisiti di “civiltà” e “onorevolezza” potevano vantare un’antica origine veneziana.
  • Sala della Milizia da Mar: in questa sala si riuniva un organo formato da una ventina di patrizi tratti dal Senato e dal Maggior Consiglio, aveva il compito di reclutare gli equipaggi per le galere da guerra.

La visita delle Sale istituzionali di Palazzo Ducale rientra nel percorso di visita di Palazzo Ducale

Per ulteriori informazioni sui percorsi di visita di Palazzo Ducale scarica la guida in pdf cliccando qui

Come arrivare a:

Sale istituzionali di Palazzo Ducale

A Venezia

L'Armeria di Palazzo Ducale
L’armeria

Le sale dell’ Armeria costituiscono oggi un prezioso museo di

Come arrivare a:

Sale istituzionali di Palazzo Ducale

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X