Il museo storico navale della Marina Militare di Venezia è più importante nel suo genere in Italia e conserva una raccolta di cimeli della Serenissima e della Marina Militare Italiana.

Nei suoi spazi sono esposti modelli in scala, memorie storiche dell’Arsenale, uniformi e stendardi.

Una particolare sezione presenta una preziosa collezione di conchiglie della stilista Roberta di Camerino.

Il museo rientra nel circuito dei Musei Civici di Venezia.

Museo storico navale – la sede e la storia 

Il Museo Storico Navale della Marina Militare di Venezia ha sede attuale in un edificio del XV che fu già “Granaio” della Serenissima, in campo “San Biagio”, vicino all’Arsenale, il cui complesso è in parte sotto la giurisdizione della Marina Militare ltaliana.

Oltre l’edificio principale, la cui area espositiva si sviluppa su cinque livelli per un totale di 42 sale espositive, fa parte del museo, il Padiglione delle Navi, situato nell’antica “officina remi” dell’Arsenale.

Il Padiglione delle Navi del Museo Navale di Venezia

Il fabbricato che attualmente ospita una parte della collezione di imbarcazioni del Museo Storico Navale della Marina Militare di Venezia, è costituito da tre corpi di fabbrica.

L’edificio fu realizzato alla metà del Cinquecento per la funzione di officina e deposito dei remi. Poco dopo la sua realizzazione, nel 1577, venne adattato temporaneamente a sede del Maggior Consiglio, il principale organo di governo della città, a seguito del rovinoso incendio che rese inagibile Palazzo Ducale per molto tempo.

Le sale mantennero sostanzialmente la funzione di falegnameria specializzata per i remi, affiancata da un’officina febbrile e da spazi di deposito, fino alla metà dell’Ottocento. A seguito degli interventi di riordino dell’Arsenale avviati dopo il 1866, anno in cui Venezia fu annessa al Regno d’Italia, i locali furono destinati a magazzini e officine del Genio.

In quel periodo vi fu un intervento di restauro delle coperture, con l’introduzione di un interessante sistema bidirezionale di tiranti in ferro che integravano le incavallature lignee del tetto.

Dal 1980 gli spazi delle officine dei remi hanno assunto la denominazione di Padiglione delle Navi.

Essi ospitano imbarcazioni di grande rilievo storico e costituiscono un ampliamento della sede principale del museo.

Gli orari e i biglietti

Altre informazioni per la visita

Ti può interessare

Palazzo Cini
Palazzo Cini

Cinquecentesco palazzo un tempo dimora del noto imprenditore veneziano Vittorio

Come arrivare a:

Museo storico Navale

Lascia un commento

X