{:it}Riapre da luglio il teatro la Fenice{:}{:en}The innovative reopening of La Fenice to the public in July: {:}

{:it}Nel mese di luglio il teatro La Fenice riapre al pubblico. Una serie di concerti cameristici e sinfonici e con un nuovo allestimento operistico al teatro La Fenice saranno il via a questa stagione.

Non tutto sarà come prima: la riapertura del Teatro veneziano sarà nel segno del cambiamento, un cambiamento forzato dall’emergenza sanitaria e dalle conseguenti regole di salute e sicurezza imposte, ma le cui limitazioni sono state interpretate come idee per spettacoli teatrali musicali dal volto nuovo. Ancora una volta, insomma, il Teatro La Fenice reinventa nuove prospettive teatrali e crea nuovi modelli di fruizione dello spettacolo musicale dal vivo.

Il comunicato

Ad essere reinventato al Teatro La Fenice sarà lo spazio: «La chiave è stata nel non vedere le limitazioni come pura impossibilità – spiega Fortunato Ortombina, sovrintendente e direttore artistico del Teatro La Fenice – bensì come espedienti per ideare spettacoli con nuove varianti drammaturgiche e poetiche. In quest’ottica, insieme alle maestranze, ai laboratori e ai tecnici del Teatro, abbiamo rimodulato completamente lo spazio della platea, della fossa orchestrale e del palcoscenico. Rimosse le poltrone dalla platea, in questo spazio si distribuiranno i musicisti, mentre un’installazione permanente, un piano inclinato, coprirà la buca dell’orchestra rialzandola e collegandola al palcoscenico, dove potranno essere ricavati posti a sedere a debita distanza l’uno dall’altro. Sarà una sorta di chiglia in legno di una nave in via di costruzione (e con settanta persone sedute in prua): un’immagine che non vuole ricordare l’idea di un naufragio, quanto piuttosto quella di un’arca che ci traghetterà tutti in avanti, in un mondo nuovo. Una cosa è certa: resterà pur sempre la sala più bella del mondo».

domenica 5 luglio ore 19.00

La programmazione artistica inizierà domenica 5 luglio alle ore 19.00: gli ottoni dell’Orchestra e gli artisti del Coro del Teatro La Fenice istruiti da Claudio Marino Moretti proporranno un concerto dal programma originale, aperto dalla Fanfare for a common Mandi Aaron Copland e poi composto da musiche di Claudio Monteverdi, Giovanni Gabrieli e Johann Sebastian Bach.

giovedì 9 e sabato 11 luglio 2020 ore 19.00

Seguirà un ‘divertimento’ musicale tutto handeliano, intriso di toni di festa e di gioia: nei concerti di giovedì 9 e sabato 11 luglio 2020 ore 19.00, Diego Fasolis sarà infatti alla guida dell’Orchestra del Teatro La Fenice per dirigere due pezzi celeberrimi del compositore sassone, la Water Musice la Royal Fireworks Music.

venerdì 10 luglio, domenica 12 luglio, martedì 14 luglio e mercoledì 15 luglio ore 19.00

Tornerà anche la lirica, con un nuovo allestimento dell’Ottone in Villa di Antonio Vivaldi, il dramma per musica in tre atti, su libretto di Domenico Lalli, che rappresenta il debutto operistico del Prete Rosso. E anche per Diego Fasolis, tra i massimi esperti vivaldiani, sarà un debutto, in quanto per la prima volta si confronta con questo titolo. La messinscena sarà firmata da Giovanni Di Cicco, con le scene di Massimo Checchetto e i costumi di Carlos Tieppo. Il cast è di assoluto prestigio grazie alla presenza di Giulia Semenzato (Cleonilla), Sonia Prina (Ottone), Lucia Cirillo (Caio Silio), Giuseppe Valentino Buzza (Decio) e Michela Antenucci (Tullia).

Cinque le recite in programma, tutte alle ore 19.00: venerdì 10 luglio 2020, domenica 12 luglio, martedì 14 luglio e mercoledì 15 luglio ore 19.00.

giovedì 16 luglio 2020 ore 19.00

Due grandi classici del repertorio per fiati saranno interpretati dall’Orchestra del Teatro La Fenice nel concerto in programma giovedì 16 luglio 2020 alle ore 19.00: si tratta della Serenata in mi bemolle maggiore op. 7 di Richard Strauss e la Serenata n. 10 in si bemolle maggiore kv361 Gran Partitadi Wolfgang Amadeus Mozart.

venerdì 17 luglio 2020 ore 19.00

Sarà la musica dei veneziani Antonio Vivaldi e Tomaso Albinoni a fare da padrona nel concerto del giorno successivo, venerdì 17 luglio 2020 ore 19.00: l’Orchestra del Teatro La Fenice, con Roberto Baraldi primo violino concertatore, eseguirà tre Concerti per archi e basso continuo del Prete Rosso e lo splendido Adagioin sol minore di Albinoni.

mercoledì 22 e giovedì 23 luglio 2020 ore 19.00

A fine mese, mercoledì 22 e giovedì 23 luglio 2020, sempre alle ore 19.00, si susseguiranno due recital per voce e pianoforte che vedranno protagonisti tre interpreti maschili tra i più acclamati del panorama contemporaneo: nella prima serata il basso Alex Esposito proporrà un programma diversificato, cantando i ruoli che lo hanno reso celebre come Mefistofele nel Faust, il Don Giovanni mozartiano, oppure Nick Shadow in The Rake’s Progress; nella seconda, il tenore Francesco Meli e il baritono Luca Salsi daranno voce ad alcune delle pagine più amate del repertorio verdiano.{:}{:en}The innovative reopening of La Fenice to the public in July: the permanent installation of an overturned keel changes the perspective of the theatre.

Teatro La Fenice will be reopening to the public in July with a series of chamber music and symphony concerts and with a new opera production. Things will not be the same as before: the reopening of the Venetian opera house will be characterised by change, one that was imposed by the health emergency and the ensuing health and safety regulations that have been introduced. These restrictions have, however, been interpreted as an idea for new forms of performances in the world of music. In other words, once again Teatro La Fenice has reinvented new theatre perspectives and created new models for live music performances.

What has changed is the space: “The key was not seeing the restrictions as something impossible,” the superintendent and artistic director of Teatro La Fenice explains, “but as an expedient to create performances with new dramatic and poetic variations. From this perspective, together with the Opera House employees, laboratories and technicians, we completely rearranged the area of the stalls, the orchestra pit and the stage. Having removed the seats from the stalls, the musicians can now be seated there while a permanent installation, an inclined plane, will cover the orchestra pit, raising it and linking it to the stage, where more seats can be placed whilst respecting the necessary distance. It’s a sort of wooden keel under construction (and with forty people at the prow): an image that is not reminiscent of a shipwreck, but of an ark that is carrying everyone forward, towards a new world. One thing is for sure: it will always be the most beautiful opera house in the world.”

Sunday 5 July at 19.00

The artistic programme begins on Sunday 5 July at 19.00: the Orchestra brass and artists of Teatro La Fenice Choir under the guidance of Claudio Marino Moretti will perform a concert from the original programme, starting with Fanfare for a common Man by Aaron Copland and then followed by music by Claudio Monteverdi, Giovanni Gabrieli and Johann Sebastian Bach.

Thursday 9 and Saturday 11 July 2020, at 19.00

This will be followed by a musical ‘divertimento’ by Handel that is full of celebration and joy: in the concerts on Thursday 9 and Saturday 11 July 2020, at 19.00, Diego Fasolis will conduct the Teatro La Fenice Orchestra who will play two famous pieces by the Saxon composer, Water Music and Royal Fireworks Music.

Friday 10 July 2020, Sunday 12 July, Tuesday 14 July and Wednesday 15 July at 19.00.

Opera will also return in the form of a new production of Antonio Vivaldi’ Ottone in Villa, a three-act play to music with a libretto by Domenico Lalli; this was actually the Red Priest’s debut at opera. For Diego Fasolis, one of the greatest Vivaldi experts, this will also be a debut since it is the first time he will be conducting this work. The production is by Giovanni Di Cicco, set design by Massimo Checchetto and costumes by Carlos Tieppo. The first-class cast includes Giulia Semenzato (Cleonilla), Sonia Prina (Ottone), Lucia Cirillo (Caio Silio), Giuseppe Valentino Buzza (Decio) and Michela Antenucci (Tullia). There will be five performances, all at 19.00: Friday 10 July 2020, Sunday 12 July, Tuesday 14 July and Wednesday 15 July at 19.00.

Thursday 16 July 2020 at 19.00 

Two great classics from the wind instrument repertoire will be performed by the Fenice Orchestra in a concert on Thursday 16 July 2020 at 19.00: Richard Strauss’ Serenade in E flat major op. 7 and Wolfgang Amadeus Mozart’s Serenade no. 10 in B flat major, kv 361 Gran Partita.

Friday 17 July at 19.00

The concert the following day on Friday 17 July at 19.00 is devoted to music by the Venetian composers Antonio Vivaldi and Tomaso Albinoni: with Roberto Baraldi as first violinist, the Teatro La Fenice Orchestra will play three Concertos by the Red Priest for strings and bass and the marvellous Adagio in G minor by Albinoni.

Wednesday 22 and Thursday 23 July 2020,  at 19.00

At the end of the month on Wednesday 22 and Thursday 23 July 2020, once again at 19.00, there will be two recitals for voice and piano with three of the most famous male protagonists on the contemporary scene: on the first evening the bass Alex Esposito will offer a diversified programme, singing roles that made him famous including Mephistopheles in Faust, Mozart’s Don Giovani and Nick Shadow in The Rake’s Progress; on the second evening, the tenor Francesco Meli and the baritone Luca Salsi will sing some of Verdi’s most popular pages.

 

Tickets for the concerts (from € 10,00 to € 60,00) and for the opera (from € 10,00 to € 100,00) are on sale at the sales points Vela Venezia Unica at Teatro La Fenice, Piazzale Roma, Tronchetto, Ferrovia, Piazza San Marco, Rialto line 2, Accademia, Mestre, or through the ticket office (+39 041 2424) and the online ticket office at www.teatrolafenice.it.
Please check the time and entrance information on the tickets purchase
d.{:}

Ti può interessare

Lascia un commento

X