Tornano gli Incontri di Palcoscenico a Casa Goldoni

Paolo Puppa legge Pirandello, ovvero quattro novelle in scena

Casa di Carlo Goldoni, 17 gennaio, 7 e 28 febbraio, 28 marzo 2017, ore 17.30

 

Agrigento, Palermo, Salonicco, Philadelphia, Roma, Johannesburg, Dublino, New York sono solo alcune delle città in cui, nel corso del 2017, verranno ricordati i 150 anni dalla nascita di Luigi Pirandello, avvenuta il 28 giugno 1867.

Anche Casa Goldoni vuole ricordare l’autore siciliano, che per la sua produzione, le tematiche affrontate e l’innovazione del racconto teatrale, è considerato tra i maggiori drammaturghi del Novecento, insignito nel 1934 del Premio Nobel per la letteratura.

Lo farà con noi e per noi una delle più autorevoli voci pirandelliane, Paolo Puppa, ordinario di Storia del teatro all’Università Ca’ Foscari di Venezia ma anche drammaturgo e performer, che ci offrirà un’esperienza assolutamente particolare con l’opera di Pirandello, esperienza elaborata appositamente per questo ciclo di quattro incontri dal titolo Puppa legge Pirandello, ovvero quattro novelle in scena.

La produzione novellistica segna e accompagna tutta la vita di Pirandello, dall’adolescenza fino agli ultimi anni della sua vita, a partire da La Capannetta, bozzetto siciliano scritto nel 1884 e rimasto inedito fino alle raccolte della maturità all’ultima novella, Effetti di un sogno interrotto, uscita nel 1936 nel Corriere della Sera il giorno prima della morte del suo autore.

Il professore ci accompagnerà con la sua immancabile maestria attraverso “la novella in scena”, guidandoci ad indagare il percorso che ha portato alla trasformazione di novelle pirandelliane dalla forte implicazione scenica in autentico grande teatro.

I primi due incontri saranno dedicati all’analisi di racconti autonomi, Il lume dell’altra casa (17 gennaio) e I piedi sull’erba (7 febbraio), mentre per le due novelle successive, La signora Frola e il signor Ponza, suo genero (28 febbraio) e La morte addosso (28 marzo), ci sarà il confronto con il loro utilizzo teatrale, rispettivamente Così è (se vi pare) e L’uomo dal fiore in bocca.

Ad amplificare la magià dell’evoluzione quasi alchemica della parola scritta in quella recitata, al termine dell’ultimo incontro Paolo Puppa ci regalerà, dalle sue Lettere impossibili, la lettura di una verosimile invenzione epistolare tra Italo Svevo e Luigi Pirandello.

Lascia un commento

Facebook2k
Facebook
G0
G
https://www.unospitedivenezia.it/show/tornano-gli-incontri-di-palcoscenico-a-casa-goldoni/
EMAIL
RSS