La Collezione Peggy Guggenheim apre ai residenti

Torna per i residenti del Comune di Venezia l’appuntamento autunnale con la Collezione Peggy Guggenheim.
Il 20 e 21 novembre, in occasione della Festa della Madonna della Salute, la celebre Collezione apre le sue porte gratuitamente ai residenti dei 44 comuni della Città Metropolitana di Venezia.

La collezione e la Mostra

Nel corso delle due giornate, presentandosi in biglietteria con un documento d’identità e/o tessera Venezia Unica, si potrà vistare la collezione permanente e immergersi, una volta concessa una passeggiata tra i colori autunnali del giardino delle sculture, tra i capolavori di René Magritte, Pablo Picasso, Vasily Kandinsky, Jackson Pollock, Grace Hartigan, Leonor Fini, Alberto Giacometti, solo per citarne alcuni.
Ulteriore occasione da non perdere, una volta a Palazzo Venier dei Leoni, sarà la mostra Migrating Objects. Arte dall’Africa, dall’Oceania e dalle Americhe nella Collezione Peggy Guggenheim, aperta al pubblico fino al 10 gennaio, 2022.
Con 35 opere d’arte non occidentale esposte per la prima volta insieme, collezionate dalla mecenate americana nel corso degli anni ’50 e ’60, il museo presenta uno spaccato meno noto, ma fondamentale e assolutamente affascinante, del collezionismo di Peggy Guggenheim.

Per i più piccoli

Non mancherà nell’occasione un appuntamento con i più piccoli: domenica 21 alle 15 i bambini potranno familiarizzare con l’arte esposta nella mostra temporanea, grazie al Kids Day Maschere!
L’attività sarà gratuita come l’ingresso ai due giorni previa prenotazione obbligatoria, fino ad esaurimento dei posti.

Le informazioni

Si ricorda che l’accesso agli spazi museali è consentito solo su presentazione del Green Pass, congiuntamente a un documento d’identità in corso di validità. Durante la permanenza in museo è obbligatorio indossare la mascherina.
Tutte le info sul sito: www.guggenheim-venice.it

Come arrivare a:

Peggy Guggenheim - giardino nasher

Ti può interessare

Come arrivare a:

Peggy Guggenheim - giardino nasher

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X