{:it}Settembre veneziano | Redazionale del mese{:}{:en}September in Venice{:}

{:it}

Un mese straordinario, tutto da scoprire e vivere, come poche città al mondo possono offrire: è il settembre veneziano. È questo il periodo più ricercato dell’anno, non solo per la dolcezza di un clima che favorisce il piacere di un soggiorno in laguna, ma per l’importante serie di eventi che ormai, per tradizione, la città presenta ai suoi Ospiti.

Apriamo come sempre con la Mostra del Cinema o, più correttamente, con la Mostra internazionale d’Arte cinematografica di Venezia, uno degli appuntamenti nel suo ambito, più attesi del momento.

Nata nel lontano 1932 e giunta oggi alla sua 76. edizione (a livello internazionale è la veterana tra i festival dedicati al cinema) si è in questi giorni presentata con l’indistinguibile glamour nella sua storica sede, il palazzo del Cinema del Lido, impreziosito in questi ultimi anni dalla circostante cittadella disposta a cornice della nuova piazza in pietra bianca, posta tra il palazzo del Casinò e il lungomare.

Ormai entrata nel vivo (ha preso avvio il 28 agosto), la rassegna proseguirà fino al 7 settembre – giorno durante il quale verranno consegnati i prestigiosi Leoni d’Oro – a sciorinare proiezioni e presenze da red carpet, ma anche incontri, feste, convegni, presentazioni.

Ad un quasi inevitabile passaggio al Lido, reso appetibile anche dalla bellissima spiaggia, non si può poi non affiancarne un altro – avendone naturalmente il tempo – ai non lontani Giardini di Castello, dove ha sede l’altra importante manifestazione promossa da La Biennale di Venezia: L’Esposizione internazionale d’Arte.

Dislocata tra gli storici padiglioni ai Giardini e i suggestivi spazi dell’adiacente Arsenale (oltre che in numerose sedi in città), questa grande mostra rappresenta da oltre un secolo i valori e le tendenze della contemporaneità nel mondo dell’arte.

Per la sua 58. edizione (fino al 24 novembre) presenta una vasta mostra centrale dal titolo May You Live In Interesting Times, con opere di 79 artisti provenienti dai cinque continenti. A questa, si aggiungono le mostre presentate dalle novanta Partecipazioni Nazionali e quelle inserite tra gli eventi e i progetti collaterali.

Al già vastissimo panorama d’arte della Biennale si affianca poi quello presentato dalle grandi istituzioni, con esposizioni di grande rilevo. Tra queste, quelle su Arshile Gorky a Ca’Pesaro, Luc Tuymans a Palazzo Grassi, Baselitz alle Gallerie dell’Accademia, Dubuffet a Palazzo Franchetti, Gely Korzhev a Ca’ Foscari; Kounellis a Ca’ Corner della Regina.

Ancora nel panorama, si inseriscono nel mese altre tre importanti esposizioni: “Da Tiziano a Rubens. Capolavori da Anversa e dalle collezioni fiamminghe” a Palazzo Ducale, dal 5 settembre; Emilio Isgrò, alla Fondazione Giorgio Cini, dal 14 settembre e, “L’Ultima Dogaressa”, una retrospettiva dedicata alla celebre collezionista americana Peggy Guggenheim, presentata presso l’omonima Collezione, dal 21 del mese.

Abbiamo brevemente detto di Cinema e Arte, ma c’è molto altro ancora.

Il mese apre con l’appuntamento “regina” della tradizione veneziana: La Regata Storica in programma domenica 1 settembre. E’ questo uno dei più begli spettacoli sull’acqua composto da uno scenografico corteo storico e da una serie di accese regate, sviluppate lungo l’incomparabile scenario del Canal Grande.

Lo spettacolo sarà visibile a tutti, lungo i ponti e le rive del Canale, oppure presso una tribuna galleggiante (vedi pag. 73) appositamente allestita lungo la riva di San Silvestro. Dalle emozioni sull’acqua a quelle del vetro, altro elemento primario della vita della città, lo spettacolo prosegue.

A riguardo, da sabato 7 a domenica 15 settembre l’attenzione sarà puntata su The Venice Glass Week, “La settimana veneziana del Vetro”, un appuntamento a respiro internazionale dedicato al Vetro con particolare attenzione alla produzione muranese. Circa 180 appuntamenti in 150 luoghi offriranno una straordinaria opportunità per conoscere e approfondire questa materia che a Venezia (e non solo) viene considerata come una vera e propria arte.

Sabato 14 settembre, sarà invece la volta di uno dei riconoscimenti più importanti del panorama italiano: il Premio letterario Campiello. La sua serata di gala che come consueto avrà per ambientazione lo storico Teatro La Fenice, vedrà eleggere dalla cinquina finalista il vincitore dell’edizione.

Infine la Musica. Nel mese segnaliamo, oltre al nutrito cartellone della Fenice con le rappresentazioni operistiche de Il Barbiere di Siviglia, di Tosca e di Madama Butterfly, il festival dedicato al compositore veneziano Baldassare Galuppi (dal 8 settembre) e il Festival Internazionale di Musica Contemporanea, promosso dalla Biennale di Venezia sotto la conduzione di Ivan Fedele, a partire dal 27 settembre. D.R.

{:}{:en}

An extraordinary month, such as few cities worldwide are able to offer, to be wholly discovered and experienced: it is September in Venice. This is the most sought-after period of the year, not only due to the mildness of its climate, favouring a pleasant stay in the lagoon, but also to the important series of events traditionally featured now in town for its Guests.

We shall begin as usual with the Venice international Film Festival or, more correctly, with the Mostra internazionale d’Arte cinematografica di Venezia, at the moment, one of the most awaited events within its ambit.

Born long ago in 1932 and now reaching its 76th edition (it is the veteran among festivals at an international level dedicated to cinema), it is currently presenting itself in all its unique glamour at its historic venue, the Cinema Palace at the Lido, embellished over more recent years by the citadel surrounding it, arranged to frame a new square in white stone located between the Casino palace and the sea-front promenade.

In full swing by now (it kicked-off on 28 August), the Festival will continue until 7 September (the day on which the prestigious Golden Lions will be awarded), featuring screenings and attendances on its red carpet, as well as meetings, conferences and presentations.

This almost inevitable stop at the Lido, which is also appealing due to its lovely beach, cannot lack the accompaniment of a further visit (having the time for it, of course), to the nearby Gardens of Castello, where the other prominent event promoted by the Venice Biennale is taking place: the International Art Exhibition.

Spread throughout its historic pavilions at the Gardens of Castello and the suggestive venues inside the adjacent Arsenal (as well as several locations in town), this grand exhibition has been illustrating contemporary values and trends in the world of art for more than a century.

For its 58th edition (until 24 November), it is presenting a major thematic exhibition titled May You Live In Interesting Times, with works by 79 artists from all five continents. In addition to this, there are the showcases presented by its ninety National Participations, plus the ones included among the events and the collateral projects.

The already vast art overview featured by the Biennale is further flanked by the one offered by big institutions, with their greatly relevant exhibitions. These include Arshile Gorky at Ca’ Pesaro, Luc Tuymans at Palazzo Grassi, Baselitz at the Galleries of the Accademia, Dubuffet at Palazzo Franchetti, Gely Korzhev at Ca’ Foscari; Kounellis at Ca’ Corner della Regina.

This month, two further important exhibitions are included in the art scenario: “From Titian to Rubens”, Masterpieces from Antwerp and the Flemish collections at the Doge’s Palace, from 5 September, Emilio Isgrò, at the Giorgio Cini Foundation, from 14 September, and “The Last Dogaressa”, a retrospective dedicated to the famous American art collector Peggy Guggenheim, at the Collection bearing her name, from the 21st of the month.

We have briefly detailed Cinema and Art, but there is so much more.

The month opens with the “queen” of dates within Venetian traditions, The Historic Regatta, scheduled on Sunday 1st September. This is one of the most beautiful pageants on water, consisting of a spectacular procession in historical costume and a series of passionate regattas, winding along the incomparable scenario of the Grand Canal. The show will be visible for everybody along the bridges and the banks of the Canal, or from a floating grandstand (see on page 73) purposely set up along the canal-bank at San Silvestro.

From thrills on water to ones concerning glass, another primary element for life in town, the show goes on… From Saturday 7 to Sunday 15, attention will be riveted on The Venice Glass Week, the Venetian week featuring Glass, an international event dedicated to Glass, with a particular focus on Murano production. Approximately 180 events in 150 venues will offer an extraordinary opportunity for learning about and gaining insights on this subject, which is considered a true art in Venice.

On Saturday 14 September, it will be the turn instead of one of the most important awards throughout the Italian scene: the Campiello Literary Prize. Its gala evening, which traditionally features the famous La Fenice Theatre as its setting, will elect the winner of this edition among the five finalists.

Finally, Music. During the month, in addition to the packed billboard by La Fenice, with its opera performances of Il Barbiere di Siviglia, Tosca and Madama Butterfly; we may point out the festival dedicated to Venetian composer Baldassare Galuppi (from 8 September), and finally, the important International Festival of Contemporary Music directed by Ivan Fedele and promoted by the Venice Biennale, starting from 27 September.

{:}

A Venezia

Si ripARTE

La Collezione Peggy Guggenheim riapre al pubblico sei giorni la

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X