{:it}Un settembre di stelle{:}{:en}A starred September{:}

{:it}Un settembre di stelle

Una straordinaria parata di stelle si annuncia in questi giorni in città: è il settembre veneziano. Cinema, arte, cultura, tradizioni, si intrecciano in una serie di eventi che calamiteranno l’attenzione di quanti hanno scelto questo mese per vivere quello che da sempre viene considerato come il periodo più intenso e appassionante della stagione veneziana.

Apre di diritto la Mostra del Cinema, che in questi giorni ha scoperto la sua ribalta nel rinnovato scenario del lungomare del Lido. E’ senza dubbio l’evento-icona del momento. Dopo la pre-apertura con il capolavoro del muto di Lubitsch e la “prima” del film Downsizing si attende, venerdì primo settembre, la grande serata dedicata a due stelle assolute del cinema americano: Robert Redford e Jane Fonda, premiati quest’anno a Venezia con il prestigioso Leone d’oro alla carriera. Con loro, sul tradizionale tappeto rosso sfileranno via, via il glamour di attori come George Clooney e Julianne Moore, di Jennifer Lawrence, di Sienna Miller, di Matt Damon e il prestigio di grandi attrici del recente passato, come Judy Dench, Helen Mirren e Charlotte Rampling.

La 74. edizione della Mostra presentata da Alberto Barbera presenterà oltre alle tradizionali sezioni, l’inedita rassegna (a concorso) di Virtual Reality, 22 film prodotti esclusivamente per circuiti web che vedrà quale sede, la suggestiva isola del Lazzaretto vecchio, a poche braccia di mare (laguna) dall’isola del Lido e quindi dal fulcro della mostra.

Tra le novità di questa edizione il pubblico troverà (finalmente) una nuova Piazza, tutta in pietra bianca, affiancata da un Palazzo del Cinema inedito e minimale che tornerà, con il piacere dei puristi, alle sue origini architettoniche. 

Il Cinema Giardino, novità e successo della passata edizione, resterà quale punto d’incontro e relax della Mostra che si concluderà sabato 9 con l’assegnazione dei Leoni d’oro.

Ad un inevitabile passaggio al Lido, alla sua mostra del Cinema e alla sua bellissima spiaggia, non si può poi non affiancarne un altro (avendone naturalmente il tempo) all’altra importante manifestazione della Biennale di Venezia, l’Esposizione internazionale d’Arte. Non lontana da San Marco, dislocata tra gli storici padiglioni dei Giardini di Castello e i suggestivi spazi dell’adiacente Arsenale (oltre che in numerose sedi dislocate in città), rappresenta da oltre un secolo i valori della contemporaneità nel mondo dell’arte.

Per la sua 57. edizione presenta (fino al 26 novembre) una grande mostra centrale con opere di 120 artisti provenienti da 51 paesi; 85 Partecipazioni Nazionali e una ventina fra eventi e progetti collaterali.

Al già vastissimo panorama d’arte della Biennale si affianca quello presentato dalle grandi istituzioni, con esposizioni di grande rilevo. Tra queste, quelle su David Hockney a Ca’Pesaro, su Damian Hirst presso Palazzo Grassi e Punta della Dogana, su Mark Tobey alla Collezione Guggenheim, su Philip Guston alle Gallerie dell’Accademia (fino al 3 settembre), su Giotto alla Scuola della Misericordia.

Abbiamo brevemente detto di Cinema e Arte, ma c’è ancora dell’altro…

Domenica 3 settembre, sarà la volta di uno dei più bei spettacoli sull’acqua, la Regata Storica, sulla scena del Canal Grande; sabato 9, della serata di gala di uno dei maggiori riconoscimenti italiani, il Premio letterario Campiello, presso il Teatro La Fenice; domenica 10 dell’inaugurazione di The Venice Glass Week, una speciale rassegna dedicata al vetro di Murano.

Segnaliamo infine, questa volta per la Musica, l’apertura di due importanti Festival dedicati al compositore veneziano Baldassare Galuppi e al maestro ceco Antoine Reicha. D.R.{:}{:en}A starred September

An extraordinary parade of stars is foreseen in town these days: it is the Venetian September. Cinema, art, culture and traditions are interwoven in a series of events that will act as a magnet for those who have chosen this month to experience what has always been considered as the most intense and exciting period of the Venetian season.

It is rightfully ushered in by the Venice Film Festival, which has discovered its stage these days in the renewed scenario of the sea-promenade at the Lido. It is undoubtedly the iconic event of the moment. After its pre-opening with the silent masterpiece by Lubitsch and its opening “premiere” (Downsizing), a great evening dedicated to two top stars in American cinema is expected on Friday 1 September: Robert Redford and Jane Fonda, awarded this year in Venice with the prestigious Lifetime Achievement Golden Lion. Along with them, the glamour of actors like George Clooney and Julianne Moore, Jennifer Lawrence, Sienna Miller and Matt Damon and the prestige of great actresses of the recent past, such as Judy Dench, Helen Mirren and Charlotte Rampling will glide in turn on the traditional red carpet. In addition to its traditional sections, the 74th edition of the Festival, presented by Alberto Barbera, will feature the unveiling of the Virtual Reality showcase, 22 films produced exclusively for web circuits, which will involve the suggestive Old Lazzaretto island as a venue, just a few marine (lagoon) arm-lengths away from the island of the Lido, and therefore from the Festival hub.

Amongst the novelties of this edition, audiences will (at last) find a new Piazza all in white stone, alongside the Casino and an unusual and minimalist Cinema Palace which will return to its architectural origins, for the joy of purists. The Garden Cinema, a novelty and a success at the past edition, will remain as a meeting and chilling-out area at the Festival, which will end on Saturday 9 with the Golden Lions awards.

The inevitable visit to the Lido, to its Film Festival and its lovely beach cannot be unaccompanied by another one (naturally if one has the time) to the other important Venice Biennale event, the International Art Exhibition. Not far from St. Mark’s, located amongst the historic pavilions at the Gardens of Castello and the suggestive venues at the nearby Arsenal (as well as in several locations throughout the city), it has represented contemporary values in the world of art for over a century.

For its 57th edition (until November 26th) it is presenting a large central exhibition featuring works by 120 artists from 51 countries; 85 National Participations and a dozen of events and collateral projects.

The already vast artistic panorama by the Biennale is flanked by the one presented by great institutions, with highly relevant exhibitions. They include the ones on David Hockney at Ca’Pesaro, on Damian Hirst at Palazzo Grassi and the Punta della Dogana, on Mark Tobey at the Guggenheim Collection, on Philip Guston at the Galleries of the Accademia (until September 3), on Giotto at the Scuola della Misericordia.

We have briefly talked about Cinema and Art. But there is still much more…

On Sunday 3 September, it will be the turn of one of the most beautiful shows on water, the Historical Regatta, staged on the Grand Canal; on Saturday 9, of the gala evening for one of the top Italian awards, the Campiello Literary Prize at La Fenice Theatre; on Sunday 10 of the inauguration of The Venice Glass Week, a special exhibition dedicated to Murano glass. Finally, for Music this time, we are announcing the beginning of two important festivals dedicated to the Venetian composer Baldassare Galuppi and the Czech maestro Antoine Reicha.{:}

A Venezia

Si ripARTE

La Collezione Peggy Guggenheim riapre al pubblico sei giorni la

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X