Visita virtuale con la direttrice Karole P. B. Vail

L’8 marzo una guida d’eccezione accompagnerà virtualmente il pubblico nelle sale di Palazzo Venier dei Leoni

L’8 marzo del 2020 la Collezione Peggy Guggenheim chiudeva le porte al pubblico per 89 lunghi giorni, allo scopo di contenere il diffondersi del Covid-19.

A un anno esatto da quel primo lockdown e nella Giornata internazionale dei diritti della donna, lunedì alle ore 18 sul canale YouTube del museo, una guida d’eccezione accompagnerà virtualmente il pubblico nelle sale di Palazzo Venier dei Leoni: Karole P. B. Vail, direttrice del museo e nipote della collezionista Peggy Guggenheim.

Manifesto per la rinascita lanciato dalla Collezione Peggy Guggenheim

Alla luce del Manifesto per la rinascita che la Collezione Peggy Guggenheim ha recentemente lanciato, creato per continuare ad ascoltare attivamente e dialogare con il pubblico in presenza, da remoto e sui canali social, e che ruota intorno a tre temi, ISPIRAZIONE, SOSTENIBILITÀ e PRESENTE, questa visita virtuale abbraccia idealmente tutte queste tematiche.

La direttrice Karole P. B. Vail vi aspetta alle 18 sul canale YouTube del museo

Sostiene la direttrice Vail:

La Collezione deve continuare a essere un luogo in cui la conoscenza del passato possa essere fonte di riflessione e spunto per costruire il nostro presente e il nostro futuro.

Un luogo che, indipendentemente dai secoli che ci separano dagli artisti e dai capolavori esposti, possa trasmettere una comunanza di valori e visioni che continuano a ispirare il tempo in cui viviamo.

Infine, trovandoci molto spesso a parlare di sostenibilità culturale, fondamentale per il ruolo sociale che il nostro museo adempie, abbiamo voluto aprire la visita a tutti, rendendola così inclusiva e accessibile”.

8 marzo, doppio valore simbolico per la Collezione Peggy Guggenheim

La data dell’8 marzo ha un doppio valore simbolico per la Collezione: a un anno esatto dal primo lockdown, e dunque dopo 12 mesi che hanno completamente stravolto la fruizione dell’arte e del bello, il museo riafferma i valori di inclusione e accessibilità della rete aprendo a tutti una visita virtuale condotta dalla direttrice in persona.

Scelta della data per un impegno a ridurre le disugualianze

Inoltre, con la scelta di questa data, la Collezione ribadisce il proprio ruolo sociale impegnandosi a ricordare quanto sia cruciale sostenere il processo di riduzione delle disuguaglianze e della parità di genere.

In questo costante impegno a educare e sensibilizzare ai temi urgenti del presente rientra la collaborazione, ormai triennale, con ASviS, l’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile che si occupa di promuovere i 17 Obiettivi dell’agenda 2030 delle Nazioni Unite.

Trasmissione su youtube nella Giornata Internazionale dei diritti della donna

Questa visita, che verrà trasmessa proprio nella Giornata Internazionale dei Diritti della Donna, tocca in particolare tre dei 17 Obiettivi: il goal 4 per l’istruzione di qualità, goal 5 per la parità di genere e goal 10 per ridurre le disuguaglianze.

Un excursus sulla vita della intraprendente e lungimirante mecenate Peggy Guggenheim

Dopo un breve excursus sulla vita della intraprendente e lungimirante mecenate Peggy Guggenheim, che all’inizio degli anni ’20 lascia la natia New York per trasferirsi in Europa, e qui intraprendere la sua lunga avventura che la porterà a conoscere i grandi protagonisti della scena artistica dell’epoca e a dare vita alla sua leggendaria collezione d’arte, eccoci passeggiare nelle sale del museo.

Alexander Calder, Tancredi, Pablo Picasso, Gino Severini, Vasily Kandinsky, Piet Mondrian. E ancora, Fernand Léger, René Magritte, Max Ernst, Joan Miró, Jackson Pollock, Emilio Vedova, Marino Marini.

Venti minuti per ripercorrere i capolavori di una vita, oggi custoditi tra le mura di Palazzo Venier dei Leoni. Un patrimonio inestimabile, che già all’inizio degli anni ’50 Peggy Guggenheim apriva con generosità al pubblico alcuni giorni la settimana, certa che l’arte fosse un bene collettivo.

E così fa oggi il museo, seguendo la missione iniziata dalla sua fondatrice: donare questa esperienza, che eleva l’arte a bene primario e per questo aperto a tutti.

Non ci resta che augurarvi buona visita!

Come arrivare a:

Peggy Guggenheim Collection

A Venezia

Si ripARTE

La Collezione Peggy Guggenheim riapre al pubblico sei giorni la

Come arrivare a:

Peggy Guggenheim Collection

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X